sambuca. PORRETTANA SS 64, UNA UNITARIA PRESSIONE POLITICA SU ANAS PERCHÈ FACCIA PRESTO

L’intervento di Micheletti

SAMBUCA. [a.b.] In una sala piena questa mattina al Circolo Mcl di Pavana istituzioni, associazioni, imprese e cittadini si sono confrontati sulle prospettive della via appenninica e in particolare si sono soffermati sulla emergenza della Strada Statale 64 Porrettana. L’incontro era organizzato dalla Confcommercio e dai Comuni. 

Tra i presenti oltre al sindaco di Sambuca Pistoiese Fabio Micheletti anche la senatrice Caterina Bini che a proposito della frana e della interruzione della strada ha detto: “Anas deve al più presto avviare i lavori di ripristino, senza ulteriori rinvii. In questi giorni mi sono attivata ripetutamente con i dirigenti di Anas, ci risulta che manchi ancora un parere della sovrintendenza per i beni archeologici e idraulici. Si faccia presto. Farò tutto quello che è nelle mie possibilità per sollecitare Anas a intervenire al più presto. Il governo nazionale deve far sentire la sua voce. Anas è un’azienda statale e dipende dal governo, tanto che il ministro Toninelli pochi mesi fa ne ha sostituito i vertici. Chiediamo a tutti i parlamentari del territorio di fare pressione, soprattutto a quelli di maggioranza affinché non ci siano ulteriori rinvii. I cittadini non possono più aspettare!”. La stessa sollecitazione è arrivata dal consigliere regionale Marco Niccolai. 

Il pubblico

Tre in particolare sono state le idee proposte invece dal consigliere regionale Pd Massimo Baldi: premere su Anas perché acceleri i tempi di intervento sulla frana; arrivare presto all’approvazione della Legge sulla Montagna; lavorare infine alla creazione di una azienda regionale per le strade che possa gestire un libro bianco degli assi viari in autonomia e con maggiore senso di prossimità e tempestività.

“La Regione Toscana – ha detto l’assessore regionale Federica Fratoni – sarà presente ai tavoli e incalzerà Anas affinché intervenga al più presto. Un impegno condiviso con molti amministratori del territorio, sia della Toscana che dell’Emilia. Assenti ingiustificati i rappresentanti istituzionali delle forze di governo”..

È intervenuto come presidente della Provincia di Pistoia anche Luca Marmo che da parte sua ha ribadito la “massima attenzione” ma ha anche chiesto una “iniziativa politica forte per il ripristino della frana”.

“Occorre partire dal problema per sviluppare insieme un piano degli interventi in grado di contrastare il degrado e di migliorare l’intero reticolo stradale montano, da quelli principale di Anas fino a quello provinciale”.

Dal convegno sembra che i Comuni presenti, le due Regioni coinvolte e i parlamentari presenti hanno concordato la necessità di stilare insieme una strategia comune.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email