san jacopo. SARS-COV 2, OGNI GIORNO FINO A MILLE I CAMPIONI PROCESSATI NEL LABORATORIO ANALISI

15mila gli esami giornalieri. Migliaia ogni ora. Un’attività continua: sette giorni su sette h24

Nella foto operatori laboratorio microbiologia con dottor Santoni e dottoressa Melani

PISTOIA. Alta qualità della dotazione strumentale, elevata automazione e velocità, ma soprattutto la competenza e la preparazione dei quasi 50 professionisti, tra tecnici di laboratorio, medici, biologi e operatori socio sanitari che vi lavorano, sono le caratteristiche peculiari del Laboratorio Analisi dell’Ospedale San Jacopo, diretto dal dottor Fabiano Santoni, composto dalla Patologia clinica e dalla Microbiologia.

La struttura dispone di 1.000 metri quadrati di superficie sui quali è stato progettato un ambiente prevalentemente open space che consente di combinare al meglio efficacia ed efficienza.

Particolarmente impegnato, in questo periodo di emergenza sanitaria è il Laboratorio di Microbiologia, diretto dalla dottoressa Loria Bianchi, che è chiamato ogni giorno a processare da un minimo di 700 ad oltre 1000 campioni, tra tamponi molecolari e test antigenici, per rilevare l’infezione dal virus Sars-Cov-2: è qui che arrivano i tamponi naso-faringei, sia antigenici che molecolari  e sempre da qui i risultati vengono immessi nella rete informatica entro 24/48 ore dall’arrivo del campione in laboratorio. Fino ad ora l’85% dei tamponi sono stati refertati entro 24 h.

“Dal mese di maggio ad oggi i campioni analizzati sono stati 41.496 —  provenienti da tutti i punti prelievo diffusi sul territorio (drive through compresi), sia territoriali che ospedalieri” – informa la dottoressa Chiara Melani, posizione organizzativa dei tecnici sanitari di laboratorio biomedico.

La ricerca antigenica. Da pochi giorni è stata introdotta la ricerca antigenica del virus Sars-Cov-2 su tampone nasofaringeo, attività effettuata precedentemente presso i vari drive through ed effettuata in età scolare/pediatrica.

Il test antigenico introdotto è un test quantitativo, con specificità e sensibilità elevate, che riduce i tempi di risposta a 12/24h, consentendo l’identificazione rapida dei casi negativi, mentre i casi dubbi e positivi richiedono comunque una conferma con test molecolare.

L’attività del Laboratorio. Accanto all’attività specifica dedicata al Cov19 continua in parallelo la restante attività  del Laboratorio Analisi: quasi 15 mila esami ogni giorno. Il Laboratorio, infatti, effettua circa 5.500.000 esami all’anno per i tre presidi ospedalieri di Pistoia, Pescia e San Marcello che complessivamente contano 650 posti letto e per l’utenza territoriale (bacino territoriale di circa 300.000 persone). Si tratta di test effettuati in routine ed in urgenza. Quest’ultima modalità è garantita h24, 7 giorni su 7 per tutti e tre gli ospedali ed organizzata in due presidi. 

Santoni: “Ogni giorno, oltre ai tamponi nasofaringei,  ci pervengono i prelievi di un migliaio di utenti esterni ed altrettante richieste per utenti interni– con un impegno straordinario di tutto il personale per garantire risposte in tempi brevi, senza rinunciare alla qualità necessaria per produrre informazioni diagnostiche affidabili.”

“ Oltre alla presenza di strumentazione tecnologicamente all’ avanguardia con elevato grado di automazione, i punti di forza che hanno reso possibile svolgere l’imponente lavoro e  consentito di rispondere al meglio alla continua richiesta di tamponi, combinando  elevata produttività ed alta qualità analitica ,sono stati: l’impegno, la disponibilità e la flessibilità nei turni del personale della microbiologia e la collaborazione del personale della Patologia Clinica, che mettendosi a disposizione ha permesso di sfruttare al massimo le risorse disponibili” ha aggiunto la dottoressa Bianchi, direttore della SOS Microbiologia del San Jacopo.

“È un lavoro straordinario e poco visibile, quello che da mesi sta svolgendo il personale del Laboratorio analisi del nostro ospedale ed è anche grazie a questo importante contributo se ogni giorno centinaia di pazienti vengono individuati come positivi al Covid19 e conseguentemente curati”, ha commentato la dottoressa Lucilla Di Renzo, direttore sanitario  del San Jacopo.

[ponticelli – asl toscana centro]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email