san marcello. “LA MANIFESTAZIONE DEI DIRITTI CALPESTATI”

Giannini Fi: “Se ci sono problemi da risolvere bisogna che i nostri politici, eletti dal popolo, che hanno potere per farlo si diano da fare per risolverli, altrimenti possono tornare tutti a casa”

SAN MARCELLO. Ieri, 2 giugno 2021, festa della Repubblica, abbiamo avuto una grande manifestazione a San Marcello Piteglio, organizzata dai genitori dei bimbi della montagna Pistoiese, personalmente l’ho chiamata “la manifestazione dei diritti calpestati.”

Le mamme, leonesse che difendono i loro piccoli, che con i loro interventi hanno dimostrato che, quando si toccano i loro bimbi non ce n’è per nessuno, il pragmatismo che le ha distinte nella loro richiesta è solo uno, “il pediatra”.

Gli interventi che si sono susseguiti dopo, dai tanti politici presenti, sia della Montagna Pistoiese, che della regione, Sindaci, consiglieri comunali, consiglieri regionali, associazioni varie; gli argomenti trattati hanno toccato vari temi, soprattutto della disastrosa situazione della sanità della nostra montagna, temi tutti condivisibili, reali ma che sotto certi versi, per un attimo, a mio parere, sono risultati fuori luogo dal contesto della manifestazione stessa, bisogna tener sempre presente che si manifestava per la mancanza del Pediatra, che ha gettato le nostre famiglie con bimbi, nel pieno sconforto.

Dai vari interventi non ho digerito alcune affermazioni, sul problema dei medici che non sono attratti a svolgere la loro mansione in montagna, “le normative in atto, questioni sindacali, e chi ne ha più ne metta”, alle famiglie tutto questo non interessa, se ci sono problemi da risolvere bisogna che i nostri politici, eletti dal popolo, che hanno potere per farlo si diano da fare per risolverli, altrimenti possono tornare tutti a casa, se i medici vanno incentivati, perché vengano in montagna, lo si faccia.

Poi per favore non chiamiamo i bimbi “infrastrutture”, sono carne viva, con sentimenti, amore, gioia di vivere, e non una fredda opera che serve sì alla comunità, ma pur sempre senza alcun sentimento.

Mi preme inoltre portare alla conoscenza della pubblica opinione, l’interrogazione che il capogruppo di Fi Marco Stella, ha fatto nel consiglio regionale della Toscana, proprio sulla questione “Pediatra”, dove stato richiesto categoricamente di riportare in montagna il medico in questione.

In conclusione, personalmente penso che le mamme, quando sono ritornate a casa, riflettendo sulla manifestazione, siano rimaste con l’amaro in bocca, nessuna soluzione che possa aver soddisfatto le loro aspettative, in tempi certi, è stata trovata.

Distinti Saluti

Michele Giannini
Fi Montagna Pistoiese

Rimani aggiornato con le notizie della Montagna Pistoiese:

 

#Telegram

#Twitter

#Facebook

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email