san marcello-piteglio. CARLO VIVARELLI INARRESTABILE: PRONTO A “MENARE” CONTRO TUTTO E CONTRO TUTTI

Carlo Vivarelli, Partito Indipendentista Toscano

 

SAN MARCELLO-PITEGLIO. Ieri ho attribuito al consigliere Giuseppe Montagna la tessera della Lega, apprendendo poi in serata che invece il suddetto non ne faceva più parte.

Oggi il consigliere Montagna mi comunica che mi vuole denunciare. Faccia pure, attendo con ansia di poterlo riquerelare presentando la mia documentazione.

Il signor Montagna ha detto che vuole presentare una mozione di censura contro il sottoscritto. Qui siamo al delirio.

Sono io che accuso tutto il Consiglio Comunale, nella seduta del 30 aprile 2020, che è andato avanti in tre parti per circa dieci ore, di aver vergognosamente voluto non far discutere le mozioni, a parte una, e le interpellanze presentate dal sottoscritto.

Un atto di chiara, inequivocabile vigliaccheria politica.

Non si pensino, questi signori, che questi arresti domiciliari illegali ed incostituzionali durino a lungo: le persone torneranno a fare assemblee in pubblico, e credo che questi signori non abbiano capito che l’aria è profondamente cambiata.

Accuso il sindaco Marmo, la sua Giunta, il gruppo di maggioranza e Futuro Civico, di essersi rimangiati, ovviamente con la contrarietà del sottoscritto, la promessa fatta agli 8.000 ed oltre firmatari della petizione che chiedeva prima delle scorse elezioni che fosse preteso in tutte le sedi il riconoscimento di Area Disagiata alla Montagna Pistoiese.

La mozione sulla sanità approvata da maggioranza e Futuro Civico nella ridicola ed oceanica seduta del 30 aprile 2020 protrattasi nella giornata successiva, 10 ore per sette o otto punti, un record negativo scarsamente battibile, chiede alla Regione Toscana di dichiarare l’Area Disagiata per la Montagna Pistoiese entro la fine del mandato del consiglio regionale, cioè a dire mai.

Giuseppe Montagna

La mia mozione chiedeva alla Giunta Comunale di San Marcello Piteglio di chiedere alla Giunta Regionale la dichiarazione di Area Disagiata entro il 15 Giugno 2020.

Andate su internet a sentire le urla scimmiesche alla presentazione della mia mozione: lo dico soprattutto a coloro che hanno votato Futuro Civico: era questo che si aspettavano dai loro eletti?

Riguardo alla maggioranza hanno gettato la maschera: hanno fatto una figura davvero pessima.

Intanto informo le varie redazioni che ho denunciato dai Carabinieri sia Rossi che le sue giunte per aver ignorato i vari piani pandemici che si sono succeduti dal 2006, sia la Usl Toscana Centro per avermi negato di fare il tampone, mentre lo ha fatto ai giocatori stranieri asintomatici dell’Ac Fiorentina, per esempio.

Questa notizia, evidentemente di scarso valore, non viene data dai signori de Il Tirreno e de La Nazione, che ho segnalato all’Agcom per nascondere i miei comunicati stampa da mesi.

Sta nascendo un regime neofascista, non esiste nessun dubbio.

Invece di cantare le canzoncine, torniamo in piazza a riprenderci la possibilità di vivere in una democrazia: se qualche fascistello o comunistello da scrivania pensano che sia tornato il loro momento, facciamogli capire che non siamo disposti a cedere la nostra libertà di fronte né ai decreti di un presidente del consiglio eletto da nessuno, né di fronte ad organi di stampa che si dovrebbero vergognare, né di fronte a qualche nostalgico del manganello e delle squadracce fasciste.

Pronto a sostenere le mie idee e i miei argomenti quando si vuole dove si vuole, di fronte a chi si vuole.

Carlo Vivarelli
consigliere del Partito Indipendentista Toscano
del Comune di San Marcello Piteglio


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email