san marcello piteglio. CONNESSIONE E FIBRA, L’ASSESSORE BUONIMINI SCRIVE ALLA REGIONE TOSCANA

I lavori per la posa del cavo di fibra ottica dovevano iniziare nel 2021 da parte della impresa incaricata. L’assessore: “Non si può aspettare”

Fibra ottica

SAN MARCELLO PITEGLIO. Ampie zone del territorio Comunale – densamente abitate e in cui sono insediate molte imprese – hanno una connessione internet sotto il livello della sufficienza.

È una questione importante dalla cui soluzione dipende larga parte della possibilità di sviluppo del territorio.

“Il problema — scrive l’assessore alle attività produttive del comune di San Marcello Piteglio Giacomo Buonamini — ha una caratteristica che però merita di essere conosciuta: il nostro territorio è destinatario, come diverse altre zone non urbane, degli interventi della strategia nazionale per la banda ultralarga, i cui fondi sono gestiti dalla Regione e i lavori appaltati a Infratel, un’impresa di livello nazionale.

Al nostro Comune è pervenuto da oltre due anni il progetto con il dettaglio degli interventi previsti per la posa del cavo di fibra ottica nei paesi e nelle aree produttive e il nostro ufficio tecnico ha approntato in quell’occasione tutti i permessi di scavo necessari. Ma i lavori non sono avviati”.

“Abbiamo saputo nel corso del tempo — continua — che erano presenti due intoppi: la necessità di valutare la presenza di ordigni bellici inesplosi e il permesso della Sovrintendenza per l’attraversamento di alcuni ponte vincolati. Per superare i blocchi abbiamo messo un impegno importante come Comune assieme alla Regione e gli intoppi sono stati superati.

Aspettavamo quindi l’avvio dei lavori nel corso del 2021 da parte dell’impresa incaricata ma l’anno è passato e da oltre sei mesi non ci giungono notizie.

Per questo ho scritto come Assessore alle attività produttive una lettera alla Regione Toscana, il cui supporto non è mai mancato, per conoscere lo stato dell’arte della situazione e spingere l’impresa esecutrice a fornirci un programma preciso con una data certa di inizio lavori”.

Giacomo Buonomini

Parallelamente l’amministrazione comunale ha risposto come Comune alla richiesta della Regione Toscana di mappare le aree prive di segnale di rete mobile e di rete fissa e sono state inserite sull’apposita piattaforma oltre sedici segnalazioni.

“Non è pensabile — aggunge Buonomini — che in alcune frazioni, come il Villaggio di Limestre sia quasi impossibile collegarsi a internet o che da paesi come Maresca, Gavinana, Bardalone, Campo Tizzoro, Piteglio, Prataccio ci si connetta con grande difficoltà oltre i 10 mega in download.

Per non parlare della aree produttive, dove qualcuno è stato costretto per anni a utilizzare solo una sim mobile per ricevere e inviare i progetti e i documenti di lavoro. A breve partiranno nuovi bandi da parte del Ministero per rafforzare la connettività, pertanto diventa essenziale avere a disposizione un quadro delle criticità il più possibile aderente alla realtà. Regione Toscana con questa azione, assieme a noi Comuni, monitorerà il lavoro di Infratel e del Governo.

Tutto ciò anche per approcciarsi adeguatamente alle opportunità del PNRR, che potrebbero essere limitate senza l’investimento di base sull’infrastruttura per la connettività”.

“Con questa iniziativa che abbiamo preso, certi dell’appoggio della Regione, dopo un impegno silenzioso di anni — conclude — confidiamo che questo 2022 sia l’ultimo anno di attesa e il primo in cui si vedrà la posa del cavo della fibra ottica, da Pontepetri e per tutta la parte del territorio che ne ha necessità”.

[comune di san marcello piteglio]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email