san marcello-piteglio. “ELARGIZIONI A RAFFICA”

Giannini, Fi Montagna P.se: “Alla luce di tutte queste elargizioni, non sarebbe stato meglio impiegare, parte di questi contributi, per lavori di cui il paese necessita?”

SAN MARCELLO. Una delle ultime delibere comunali, precisamente la delibera n.75 del 19.08.2021, per interventi da effettuare sul torrente Maresca e sul fosso Tafoni, solo per aver chiesto la collaborazione del Consorzio della Bonifica Renana, si finanzia la stessa per 50.000 euro, mentre per effettuare l’intero lavoro, l’importo complessivo si quantifica in 65.000 euro.

A questo punto viene spontaneo chiedersi, a cosa serve l’odioso tributo che i cittadini sono costretti a pagare al Consorzio di Bonifica? Non rientra nei compiti istituzionali del Consorzio di Bonifica, provvedere alla manutenzione e alla tenuta in efficienza dei corsi d’acqua di competenza?

Ma questa e solamente una, delle tante elargizioni che l’Amministrazione di San Marcello Piteglio ha effettuato, soldi in quantità, mica noccioline; tanto per citarne qualcuna :

  1. Contributo di 25.000 euro, al Comitato Social Valley, per interventi progetto “Segnavie”, per la promozione e la valorizzazione del territorio
  2. Contributo di 15.000 euro a Giorgio Tesi Group, per interventi nel campo dl turismo-servizi
  3. Oltre a Contributi per migliaia di euro, distribuiti a soggetti diversi

Inoltre la richiesta dei fondi Bim, per un totale di 480.000 euro, (vedi la delibera 72 del 05.08.2021), per finanziare lavori e interventi da precisare più dettagliatamente, (forse siamo già agli inizi della propaganda elettorale, visto che le prossime elezioni, non sono poi così lontane?).

Alla luce di tutte queste elargizioni, non sarebbe stato meglio impiegare, parte di questi contributi, per lavori di cui il paese necessita?

Tanto per citarne qualcuno:

  1. Sistemare il pezzo di strada che da via Roma sale verso via villa Vittoria;
  2. Restaurare la bella fontana, all’ingresso di via Roma
  3. Sistemare gli antichi pozzi lavatoi di via de’ Gerbi
  4. Sistemare la tante strade interne al Comune, tutte sconquassate
  5. Fare interventi per evitare il degrado di un territorio
  6. Per non parlare dei tanti interventi e lavori che necessita tutto il territorio di Piteglio

Poi per quanto riguarda il regolamento comunale, per attrarre nuovi nuclei familiari nel nostro comune, secondo la mia opinione, in linea di principio è un’azione meritevole e condivisibile, ma nella sostanza può risultare fiacca, questo non solo per quello che si offre ai capifamiglia dei nuclei familiari e ai proprietari di immobili, ma per tutto quanto graviterà intorno a chi decidesse di trasferirsi nel nostro comune, cioè, non bastano gli incentivi offerti, bisogna offrire di più, dare la consapevolezza che esiste un ospedale efficiente, una viabilità migliore, la creazione di punti d’incontro per i giovani e non solo, ma anche per gli anziani, insomma un oceano di cose sono da fare, e non bastano solo i pur meritevoli incentivi offerti.

Giannini Michele
Fi Montagna P.se

Telegram: https://telegram.me/linealiberamontagnapistoiese

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email