san marcello piteglio. IL COMUNE FA IL PUNTO SU BUONI SPESA E AIUTI AI NUCLEI FAMILIARI IN DIFFICOLTÀ

Roberto Rimediotti

SAN MARCELLO PITEGLIO. L’emergenza dettata dall’epidemia di coronavirus ed i provvedimenti restrittivi presi dal Governo, hanno determinato lo sviluppo di vari tipi di necessità:

  • numerose famiglie, a causa dell’improvvisa perdita di reddito o della sua diminuzione, si sono trovate ad essere in difficoltà per l’approvvigionamento alimentare quotidiano;
  • molte altre persone, pur non avendo problemi economici, hanno vissuto comunque difficoltà nell’approvvigionamento alimentare ed in altre attività irrinunciabili (procurarsi farmaci, riscuotere la pensione etc);
  • infine, è rimasta anche la necessità di supportare quelle persone e i nuclei familiari che normalmente hanno bisogno di essere aiutate per la loro fragilità economica o sociale.

A fronte di tutta questa situazione, dichiara il vice sindaco Roberto Rimediotti, il Comune di San Marcello Piteglio ha risposto prontamente e con efficacia, mettendo in campo in maniera sinergica il Comune, il servizio sociale dell’Unione dei Comuni Montani e tante associazioni di volontariato.

Un modus operandi che ha permesso di mettere a disposizione delle situazioni di maggiore difficoltà le risorse disponibili provenienti dalle amministrazioni locali, dalla Regione, dal Governo centrale e da tante piccole donazioni di privati cittadini e associazioni.

Ecco un resoconto di quanto fatto fino a questo momento:

Buoni spesa legati al contributo governativo per l’emergenza Covid-19:

  • sono state esaminate al 24 aprile 2020, per il Comune di San Marcello Piteglio, 147 domande, e sono stati recapitati a domicilio buoni per 117 famiglie, con un impegno economico per il primo mese di circa 20.000 euro da sostenere fino al mese di luglio dove le condizioni rimangano invariate;
  • nello stesso periodo di tempo il servizio sociale dell’Unione dei Comuni ha trattato 45 domande provenienti dal comune di Sambuca Pistoiese e 48 domande provenienti dal comune di Abetone Cutigliano;

Situazioni di bisogno esistenti anche prima della situazione di emergenza:

  • è proseguita la distribuzione degli aiuti alimentari gestita per conto del servizio sociale della pubblica assistenza di Maresca (sezione di Gavinana), in collaborazione con altre associazioni, che assiste continuativamente circa 50 nuclei familiari con indicativamente 90 persone in totale: nell’ultimo mese sono state distribuite, e in molti casi recapitate a casa, circa 2.500 kg di derrate alimentari che vanno dalla pasta alla frutta e verdura, alla carne, all’olio etc.

Attività di associazioni coordinate dalla Caritas Parrocchiale di San Marcello:

  • si sono impegnate fin dall’inizio dell’emergenza a portare la spesa a casa a tante persone impossibilitate a muoversi,
  • hanno recapitato farmaci ed accompagnato le persone a riscuotere la pensione o fare operazioni bancarie o postali indifferibili;
  • dal 7 Marzo ad oggi sono state fatte circa 400 consegne di spesa o medicinali tutti gestiti su base volontaria e completamente gratuite.

L’impegno appassionato e convinto di tutte le persone che operano nelle varie organizzazioni è stato ed è molto importante, conclude Rimediotti, oltre che per i risultati materiali, anche per il fatto che testimonia il risveglio di un sentimento di solidarietà che evidentemente è vivo nella nostra comunità.

In questo momento difficile tutta questa attività solidale è una buona notizia che aiuta a ben sperare per il futuro della nostra comunità.

[comune di san marcello piteglio]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email