san marcello-piteglio. PASSI AVANTI DEL COMITATO CHE SI OPPONE ALLA FUNIVIA DOGANACCIA-CORNO ALLE SCALE

Consegnate al Comune 447 firme contro la realizzazione del nuovo impianto. “I soldi siano impiegati in opere più urgenti, a vantaggio di tutto il territorio”

SAN MARCELLO PITEGLIO. Martedi 24 ottobre il Comitato Un altro Appennino è possibile —Versante toscano, ha consegnato al Comune di San Marcello Piteglio ben 447 firme autografe, raccolte prevalentemente fra i residenti dello stesso comune, per dire No alla nuova Funivia Doganaccia —Corno alle Scale, e chiedere che i quasi 16.000.000 di euro destinati a questo inutile impianto siano impiegati in opere più urgenti,  a vantaggio di tutto il territorio. A queste si aggiungono le 2150 firme raccolte dalla petizione su www.change.org

La voce dei cittadini della Montagna Pistoiese si fa sentire con forza: le sostanziose iniezioni di risorse pubbliche, garantite annualmente  al sistema neve, non sono riuscite in tanti anni a fermare lo spopolamento della nostra  Montagna (dove i residenti dal 1962 al 2020 sono calati del 40%); e nemmeno hanno portato un incremento significativo  di turisti in periodo invernale (nell’inverno 2022-2023 la neve si è fatta attendere, fino al 15 gennaio 2023!).

Prendiamone atto: oggi, con i cambiamenti climatici che giocano a sfavore, insistere sulla neve è un accanimento terapeutico e uno sperpero di risorse. 
È giusto mantenere e sostenere le strutture che già ci sono, finché questo è ragionevolmente possibile, ma nel frattempo dobbiamo  inventare altre strategie e investire su obiettivi che si adeguino al mutare dei tempi e delle sensibilità, per aprire il nostro territorio a nuovi mercati.

La Casetta sotto la neve

Su queste tematiche si stanno finalmente aprendo interessanti prospettive: abbiamo appreso con soddisfazione la notizia che la Regione Toscana ha deciso di finanziare completamente il progetto della Casetta Pulledrari, stanziando un ulteriore contributo di 1 milione di euro che si aggiunge al precedente contributo regionale di 1,350 milioni. Analogo contributo di un milione di euro viene assegnato per il recupero del Rondò Priscilla a Cutigliano.

Riteniamo che l’azione di denuncia che il Comitato ha portato avanti in questi ultimi mesi, abbia contribuito a ottenere due rilevanti risultati:

– la Regione ha finalmente abbandonato l’atteggiamento iniziale, che subordinava il finanziamento per la Casetta alla approvazione delle varianti urbanistiche necessarie a consentire la realizzazione della nuova funivia alla Doganaccia;

– la Regione ha compreso di non poter chiedere agli enti locali di sostenere a loro carico il 50% del costo per recuperare la Casetta Pulledrari, tanto più che detto immobile è di proprietà della stessa Regione Toscana; anche questa seconda clausola inaccettabile è decaduta.
Questa vicenda dimostra che quando una comunità rivendica i suoi diritti in modo adeguato è possibile cambiare anche le scelte politiche sbagliate.
Questo bel risultato ci da ancora più determinazione nel perseguire gli altri nostri obiettivi ovvero il No alla realizzazione della Nuova Funivia Doganaccia Corno alle Scale e l’impegno per costruire insieme un nuovo modello di sviluppo della Montagna Pistoiese che consenta a tutte le comunità ed imprese di uscire da questo momento di crisi.

Seguiteci su FB https://www.facebook.com/profile.php?id=100095028377666&locale=it_IT

Questo invece è il link per firmare la petizione su change.org https://chng.it/rFRyHHJDsC

Il Comitato Un altro Appennino è possibile-Versante toscano

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “san marcello-piteglio. PASSI AVANTI DEL COMITATO CHE SI OPPONE ALLA FUNIVIA DOGANACCIA-CORNO ALLE SCALE

Comments are closed.