san marcello piteglio. “PERCHÉ TUTTE QUESTE INTERPELLANZE DEL CENTRO SINISTRA?”

Michele Giannini attivista politico del Cdx del comune interviene a titolo personale: “Forse è un goffo e inutile tentativo, di recuperare il terreno ultimamente perduto, specialmente là, dove hanno toppato di brutto nella loro roccaforte di Maresca?”

Comune di San Marcello Piteglio

SAN MARCELLO. Non so se si è notato, ma da qualche tempo, il gruppo consiliare di maggioranza di Csx “Insieme”, presso il Comune di San Marcello Piteglio, ha presentato e continua a presentare interpellanze di diverso tenore, semplifico, “Funivia Doganaccia-Corno alle scale” e la prossima già protocollata, “Delucidazioni su strade provinciali interne al nostro comune”.

Non che queste interpellanze siano una novità assoluta e non rientrino nell’essere presentate dal gruppo di maggioranza, forse qualcuno potrebbe restare, diciamo, sorpreso, ma la questione è alquanto singolare, per cui viene subito da chiedersi perché?

Forse è un goffo e inutile tentativo, di recuperare il terreno ultimamente perduto, specialmente là, dove hanno toppato di brutto nella loro roccaforte di Maresca?

Ma è mia opinione che la popolazione di Maresca, specie le mamme, non dimenticheranno facilmente l’affronto che hanno dovuto subire e stanno subendo-ancora da questa Amministrazione!

O forse è soltanto un modo di mettere in atto, come possiamo dire, quello strumento mediatico che va sotto il nome di “distrazione di massa”, per distrarre e confondere la pubblica opinione sui problemi reali che assillano il Comune di San Marcello Piteglio e la sua popolazione?

Dicevo la questione è alquanto singolare, perché prendiamo in esame la seconda interpellanza, quella relativa ai lavori sulle strade provinciali interne al nostro comune, secondo la mia opinione è semplicemente un bluff, fumo negli occhi, per chi ingenuamente prende ancora per buono le loro istanze, perché se escono fuori con queste interpellanze, allora o sono ingenui o sproloquiano non sapendo di cosa stanno parlando.

La sinistra che ha governato la Provincia di Pistoia per lunghissimi anni, specie negli anni in cui era ancora l’Ente locale intermedio tra Regione e comuni, con una sua forza economica, una sua capacita impositiva, attualmente ridotta a Ente Amministrativo di secondo livello, dopo la riforma voluta dal ministro Pd Delrio, con la legge n. 56 del 2014 , dicevo se in quegli anni non è stata capace di apportare nessun miglioramento alle Sp interne al nostro comune, e già allora si doveva intervenire, come fanno a pensare, i consiglieri di maggioranza del gruppo “Insieme”, che si possa intervenire ora? Con quali investimenti? Con quali risorse economiche?

Ecco che la realtà dei fatti si scontra in pieno e in contrasto con le loro “boutade”, storielle adatte per chi vuole essere preso in giro.

La realtà dei fatti, secondo la mia opinione, è che questa Amministrazione con tutta la sua maggioranza consiliare, è in grosse difficoltà, tanto è vero che hanno bisogno di essere rassicurati costantemente dai loro sostenitori, basta leggere i commenti postati su Fb, peraltro aiutati anche dal “Tuttologo” della montagna pistoiese, che sa tutto, prevede tutto, profondo conoscitore della politica locale, sempre astioso nei confronti del gruppo di minoranza “Prospettiva Futuro”, – qualcuno bisognerebbe gli dicesse che la campagna elettorale è finita da un pezzo, – e questo astio poi, sempre ricorrente e non obiettivo nei suoi interventi, è perlomeno sospetto, vai a sapere perché ce l’ha tanto con la minoranza di Cdx, forse per uno sgarbo ricevuto prima o durante la passata campagna elettorale? Chissà? Forse sarebbe meritevole di una approfondita indagine.

Michele Giannini

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email