san marcello piteglio. PIOT, INIZIATI I LAVORI PER RINNOVARE I DUE ASCENSORI DEL PRESIDIO

Sono già iniziati i lavori a quello che raggiunge la medicina e gli ambulatori del terzo piano. Soluzioni alternative per ridurre al minimo i disagi

Piot Pacini di San Marcello

SAN MARCELLO PITEGLIO. Sono già state previste tutte le soluzioni alternative per ridurre al minimo i disagi ai pazienti e agli operatori durante gli interventi che prevedono l’adeguamento dell’ascensore del corpo A del Piot Lorenzo Pacini di San Marcello-Piteglio.

Per tutta la durata dei lavori, circa un mese, non sarà, infatti possibile, utilizzare l’ascensore per raggiungere il reparto di medicina (2° piano) e gli ambulatori del 3° piano. Mentre per gli ambulatori del 3° piano sono state adottate soluzioni come il trasferimento di alcune attività in zone accessibili con l’unico ascensore che rimarrà funzionante (nel corpo B dell’Ospedale), per il reparto di medicina le soluzioni sono compensative e sono state condivise con gli operatori stessi.

Tra queste, per esempio il trasferimento nel setting di degenza, per tutta la durata dell’intervento, dell’RX portatile, dove sarà inserito un punto di rete per l’utilizzo anche dell’ecografo e l’aumento dello stoccaggio presso il setting dell’approvvigionamento dei farmaci e dei dispositivi di protezione individuale. Anche per la ristorazione sono state valutate soluzioni idonee per limitare il più possibile i disagi derivanti dall’impossibilità di raggiungere il piano con l’ascensore.

Fondamentale il supporto delle Associazioni, che garantiranno la presenza in alcune fasce orarie di maggior impatto: le AVV e CRI della montagna saranno presenti dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle 12 e dalle 14 alle 18.

In caso di necessità la domenica o nei giorni festivi il personale del Piot potrà chiamare la Centrale Operativa e fare richiesta di intervento con la stessa modalità dei servizi programmati (dimissioni, ricoveri).

Per il trasporto pazienti, è previsto l’intervento sempre delle Associazioni, in accordo con il Direttore del 118, nelle stesse modalità adottate finora in caso di guasto dell’ascensore.

I lavori sono necessari e prevedono la completa sostituzione di tutti i componenti dell“ascensore.

Quando saranno ultimati gli interventi al primo ascensore è previsto un totale rinnovamento anche del secondo (quello della palazzina B) al fine di dotare il presidio della Montagna di due ascensori completamente rinnovati.

[asl toscana centro]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email