san marcello. STRADE DI MONTAGNA, ESPOSTO DELLA LEGA NORD

“Per portare all’attenzione lo stato delle strade provinciali e la vergognosa situazione venutasi a creare durante le recenti nevicate con spalatura e spargimento di sale inesistenti”
Marco Poli, Lega Nord

SAN MARCELLO. Nel corso degli ultimi anni abbiamo assistito ad un sempre più progressivo degrado delle strade provinciali.

Ciò è dovuto soprattutto alla scellerata riforma Delrio dell’aprile 2014, che riformò (ma non abolì le province.

Legge che comunque sarebbe dovuta decadere in quanto il comma 51 recita “In attesa della riforma del Titolo V della Carta”.

Questo era previsto nel referendum costituzionale del 4 dicembre che come sappiamo è stato largamente bocciato dagli italiani, e quindi di conseguenza sarebbe dovuta decadere anche la Delrio e tornare alle province com’erano prima, con tutte le funzioni e sopratutto elettive da parte dei cittadini.

Ma così non è stato e ci ritroviamo nella situazione odierna.

Molti sono quelli che hanno scritto e denunciato la situazione, forze politiche, pro-loco, ma anche semplici cittadini, sopratutto per la Sr66 recentemente passata ad Anas che speriamo la sistemerà e manterrà meglio della provincia.

Ascoltando la protesta dei cittadini, è stato depositato un esposto alla procura per portare all’attenzione lo stato delle strade provinciali e la vergognosa situazione venutasi a creare durante le recenti nevicate con spalatura e spargimento di sale inesistenti su queste.

Nell’esposto è stato fatto notare l’indecente stato delle strade provinciale con particolare riferimento alle Sp 633, alla Sp21 e alla strada provinciale di Val di Forfora.

Strade provinciali di una zona che è ormai considerata la periferia di un comune periferico di montagna.

Ma nell’esposto si è parlato anche della recente frana della Ss12, del ponte di San Marcello dove i ponteggi sotto di esso ormai fanno parte del paesaggio.

Un paio di anni fa il presidente della provincia Vanni disse che ci volevano circa 750.00 euro per sistemarlo, ma poi non è stato fatto nulla, ma a quanto mi risulta non è neanche stato più controllato. Questo e altro sono nell’esposto depositato.

Pensando che ormai il tempo delle lettere sia finito e ci sia bisogno di azioni più incisive, ho depositato questo esposto, firmato da alcuni cittadini, perché il procuratore svolga gli opportuni accertamenti valutando se ci sono state delle illiceità penale e nel caso, individuare i possibili responsabili e procedere nei loro confronti.

Marco Poli
Lega Nord Montagna Pistoiese

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento