SANITÀ, IPASVI: «NECESSARIO INVESTIRE SUGLI INFERMIERI»

«Pronti ad organizzare una grande protesta di piazza mobilitando gli oltre 35.000 professionisti infermieri che operano in regione»

InfermieriPISTOIA. Dopo l’entrata in vigore della Direttiva Europea sui turni minimi, in un momento politico che vuole ridisegnare con forza l’assistenza ospedale territorio, mancano in Toscana all’appello 934 infermieri solo per coprire i turni. 1737 se si parla di turni e servizi. (1).

Il rapporto Ocse vede una media europea di 9 infermieri per 1000 abitanti nel sistema pubblico.

In Toscana il dato si assesta su 5,7. In questo contesto il 15% degli infermieri ha limitazioni lavorative (2) e l’età prevalente è quella dei 40/50 enni, con gli over 55 che superano in numero gli under 35.

In tutto questo garantire i processi innovativi assistenziali che vedono integrazione e continuità ospedale territorio, il care management, la sanità di iniziativa, la continuità assistenziale domiciliare nelle 24h, i percorsi veloci e flessibili in emergenza urgenza con modelli quali il see and treat, le postazioni infermieristiche di emergenza territoriale, le cure palliative e gli hospice… insomma ogni ambito dove gli infermieri portano innovazione sicurezza e appropriatezza economica e clinica, quando la proposta di legge rischia di assegnare ai dipartimenti infermieristici attività gestionali costrette da logiche di dipendenza, appare un obiettivo non conciliabile.

Continuare a non investire sugli infermieri, non assumendo e non dando loro la possibilità di governare e programmare l’assistenza attraverso la propria dirigenza con modalità professionali e gestionali intellettualmente e scientificamente libere di poter impattare è un danno non certo alla professione ma a tutti i cittadini che assistiamo che non sono messi in condizione di avere risposte ai bisogni di salute che esprimono, bisogni di carattere sempre più assistenziale in ragione della cambiata demografia ed epidemiologia.

Siamo pronti ad organizzare una grande protesta di piazza mobilitando gli oltre 35000 professionisti infermieri che operano in Regione Toscana.

Dottor David Nucci
Presidente Collegio Ipasvi Pistoia

(1) stima Ipasvi su dati Conto annuale, Ragioneria generale dello Stato, popolazione pesata per i criteri di riparto del fondo sanitario, dati Ocse 2015
(2) Ricerca Cergas Bocconi 2015

Vedi anche: http://www.linealibera.info/informazione-asl-3-quando-un-dipendente-crede-di-essere-lazienda-stessa/

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “SANITÀ, IPASVI: «NECESSARIO INVESTIRE SUGLI INFERMIERI»

Lascia un commento