sanità montana. FABBRI: “PER L’OSPEDALE, NIENTE DI QUANTO È STATO CHIESTO”

“Posso capire la soddisfazione esternata del sindaco Marmo, ma il sindaco di Abetone Cutigliano, è convinto di quello che ha letto e sottoscritto?”
Giorgio Fabbri

SAN MARCELLO. Ieri 2 ottobre è stato firmato il protocollo d’intesa “Assistenza sanitaria Montagna Pistoiese” tra i sindaci Marmo e Petrucci, assessore regionale Bugli e direttore generale Asl Toscana centro Morello Marchese.

Dai commenti a caldo, rilasciati dai partecipanti, tutti entusiasti e trionfalistici mi sarei aspettato di leggere, il riconoscimento di zona particolarmente disagiata ai sensi del Dm 70/2015 e un Pronto Soccorso accreditato con la conseguente disponibilità dei servizi di supporto (medicina interna e di chirurgia generale).

Invece no, niente di tutto questo. Ma i nostri sindaci, non erano andati in Regione a chiedere questo? I consigli comunali di San Marcello Piteglio e Abetone Cutigliano non si erano espressi in tal senso?

Le firme, 8000 e rotte, raccolte e portate in Regione non rappresentavano il diritto dei montanini di riavere l’Ospedale funzionante?

Mi ero illuso, si legge invece di “Punto intermedio del percorso del riconoscimento di area disagiata”, di chirurgia ambulatoriale (il chirurgo sarà presente per 12 ore…a che fare non si sa… e le restanti 12?). Punto di primo intervento avanzato, potenziamento delle cure palliative, tutto di più ma niente di quello che era stato chiesto!

Posso capire la soddisfazione esternata del sindaco Marmo, che dopo aver giustificato con molto imbarazzo l’assenza dell’assessora Saccardi alla riunione di Campo Tizzoro con la popolazione, per appartenenza politica era il minimo che doveva fare anche in considerazione del fatto dell’accordo con la Regione di valorizzazione di San Marcello: il conservatorio Santa Caterina ristrutturato e pronto ad accogliere nuovi servizi sanitari, nuova strada per dirottare il traffico dal centro del paese e il Villone che ospiterà nuovi e tanti turisti.

Ma il sindaco di Abetone Cutigliano, è convinto di quello che ha letto e sottoscritto?

Nel cronoprogramma puntuale e stringente che ha preteso, c’è la data precisa della riapertura del Ponte dei Mandrini?

Se non fosse così proprio non lo capisco!

Giorgio Fabbri
Comitato San Marcello Piteglio Liberi

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email