SANITÀ PISTOIESE: «SÌ, MA TROVATEVI D’ACCORDO»

Sanità. Cisl e Uil in fermento
Sanità. Cisl e Uil in fermento

PISTOIA. Sull’onda del comunicato che abbiamo pubblicato stamattina (Sanità Pistoiese: dipendenti stressati e prestazioni insoddisfacenti) ci giunge, da Paolo Tosi che l’ha inviata anche a Bertinelli, la precisazione che segue:

Che l’incontro dell’11 luglio fra Sindaco di Pistoia e Rsu sia saltato è vero, ma è altrettanto vero è che tempestivamente il Sindaco ci ha riconvocati per un incontro per lunedì 28 luglio, e tutti i membri Rsu ne sono stati messi al corrente.

Appare incomprensibile, a 3 giorni dall’incontro, come si possa voler creare polemiche sulla stampa.

Ognuno in modo autonomo poi è libero di fare ciò che ritiene giusto, ma credo che nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini oggi come non mai sia inutile se non controproducente alimentare sterili polemiche.

Come membri Rsu abbiamo il dovere di lavorare per trovare soluzioni alle tante problematiche emerse dal confronto continuo che abbiamo con i lavoratori della sanità pistoiese, quindi l’occasione dell’incontro previsto con il Sindaco per lunedì 28 luglio rappresenterà proprio l’occasione per esporre con determinazione i contenuti del nostro documento.

Il coordinatore Rsu
Paolo Tosi

_______________________

L’impressione è che, sotto l’invito ecumenico a trovare le difficili soluzioni, ci sia un tentativo di sedare e sopire, sopire e sedare un malcontento che non si regge più: né nei cittadini, ormai non più beneficiari del diritto alla salute, ma solo vittime dei tagli; né nei dipendenti della sanità che – è innegabile – sono sempre più vittime, anch’essi, delle scriteriate decisioni di una sanità che ha buttato via due miliardi di euro, nei prossimi 19 anni, solo per investire (?) in ospedali che stanno facendo vedere tutti i loro incredibili limiti funzionali e strutturali. E a danno di tutti i contribuenti.

Purtroppo è questo il dato oggettivo che si percepisce, perfettamente, all’esterno del settore. Checché se ne dica.

[l.f.]

___________

L’AMMINISTRAZIONE RISPONDE ALLA NOTA INVIATA DA ALCUNI

MEMBRI DELL’RSU SANITÀ INERENTE ALL’INCONTRO

CON IL SINDACO BERTINELLI

 

Sorprende leggere quanto dichiarato da alcuni componenti della Rsu sanità, che accusano il sindaco di non volerli incontrare o addirittura di “ignorarli”.

Lo scorso 11 luglio il sindaco aveva dato loro un appuntamento, che purtroppo ha dovuto subire alcuni ritardi a causa del protrarsi di riunioni precedenti e di questioni impreviste e imprevedibili da affrontare, alle quali il sindaco non poteva sottrarsi.

È bene chiarire che il sindaco non ha rimandato l’incontro, ma ha confermato la sua disponibilità a tenerlo il giorno stesso, anche se in ritardo, appena fosse stato possibile.

Poiché però la Rsu ha ritenuto preferibile fissare un nuovo appuntamento, il sindaco ha chiesto alla sua segreteria di procedere in tal senso. Nei giorni successivi è stata infatti fissata, come convenuto, una nuova data per lunedì prossimo (28 luglio), comunicata ormai da diversi giorni al coordinatore della Rsu Paolo Tosi.

Per questi motivi le dichiarazioni di alcuni componenti della Rsu, oltre ad essere decisamente intempestive riferendosi a un episodio accaduto quasi due settimane fa, appaiono del tutto gratuite e strumentali, piuttosto motivate – forse – da dissapori e attriti interni alle rappresentanze sindacali ospedaliere, che dalla volontà di proporre un contributo serio ed equilibrato intorno a problemi importanti come quelli della sanità pubblica.

[Nota ufficiale di Bertinelli inoltrata dalla portavoce Marta Quilici con mail 24.07.2014 alle ore 18:24]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento