sanità toscana. CHECCUCCI (FDI) RISPONDE A TUCI E BRESCHI (PD)

debbo rispedire al mittente la "immaturità politica " che voi  attribuite a me e  a tutto il partito di maggioranza, evidenziando di essere voi stessi fonte di dibattito interno al partito democratico
Emanuela Checcucci

PISTOIA. Cari consiglieri Tuci e Breschi, apprezzo in qualità di rappresentante delle istituzioni cittadine, la vostra risposta al mio intervento circa la gestione regionale della sanità.
Tuttavia debbo rispedire al mittente la “immaturità politica ” che voi  attribuite a me e  a tutto il partito di maggioranza, evidenziando di essere voi stessi fonte di dibattito interno al partito democratico.

Per comune memoria, è utile ricordare   che i rappresentanti del PD in consiglio regionale hanno sostenuto, prima, un Enrico Rossi assessore alla sanità toscana, poi un Enrico Rossi presidente della Regione eletto nella fila del vostro  stesso partito che adesso, solo per ” amore per la poltrona” continuano  a sostenerlo nonostante la sua adesione a Liberi e Uguali.
Mi chiedo quindi se proprio da questi Colleghi debbo, e con me il mio partito, prendere lezioni di maturità politica.

Quest’oggi a Roma i  candidati di Fratelli d’Italia hanno fatto un patto con gli Italiani promettendo loro di non cambiare “casacca”in Parlamento.
Dovreste farne uno anche per i vostri rappresentanti regionali e nazionali.

Emanuela Checcucci
Consigliere Comunale Fratelli d’Italia.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento