san[t]ità. 300 MILIONI DI INVESTIMENTI, MA NON UN “PIOT” PER SAN MARCELLO

All’Asl Toscana Centro toccheranno 91 milioni tutti destinati alla piana salvo 17 per la riqualificazione dell’Ospedale di Borgo San Lorenzo. E per il crono-programma bis del Pacini? Le “chiacchiere” bastano e avanzano

Piot Pacini di San Marcello

FIRENZE-SAN MARCELLO. Ammontano a quasi 300 milioni di euro i fondi destinati alla sanità per interventi strutturali per il biennio 2020-21, ma non un centesimo viene investito sul Piot Pacini da San Marcello: per questo bastano e avanzano, da 7 anni a questa parte, le parole spese a profusione e i finti potenziamenti.

Nell’ultima seduta di Giunta su proposta dell’assessore al diritto alla salute, Stefania Saccardi, sono state approvate due delibere che stanziano fondi per un ammontare di 298.836.912,50 euro, di cui 29.346.854,83 euro della Regione e 269.490.057,67 euro di provenienza statale.

I primi immediatamente disponibili, mentre i secondi spendibili dal 2021.

Dall’elenco visionabile qui l’Asl Toscana Centro farà la parte del leone con 91 milioni, tutti destinati nella piana, con l’unica eccezione per l’Ospedale di Borgo San Lorenzo nel Mugello che verrà riqualificato, ma niente per la Montagna Pistoiese.

Ma allora: il crono-programma bis ristrombazzato recentemente ai quattro venti, come se fosse una novità – ma non era già stato redatto? – attraverso la solita stampa appiattita come viene finanziato?

Possibile che che questi interventi – ma quali sono? – non costino nulla?

Sì è possibile, le chiacchiere è risaputo non hanno costo per il resto c’è Regione e Stato che finanziano.

Marco Ferrari
[
marcoferrari@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email