san[t]ità. A CIASCUNO IL SUO: AGLI ON. L’ECCELLENZA, AI CITTADINI LISTE INFINITE

Montagna. Un anno per la colonscopia
Montagna. Un anno per una colonscopia…

MONTAGNA. La sanità dell’eccellenza e del tutto va ben dell’Onorevole Edoardo Fanucci (vedi: Nascite. Fanucci ringrazia l’Ospedale di Pescia e Lettera a un padre deputato. «Non si adopera il privato per sostenere la politica») è anche il dover aspettare un anno per fare un esame, sperando, nel frattempo, che i disturbi non si aggravino.

Per una colonscopia all’Ospedale di Pescia, i comuni non-onorevoli cittadini della Montagna, che un tempo avevano un Ospedale ora ridotto a Piot con 20 letti occupati da pazienti che non trovano posto nel modernissimo San Jacopo di Pistoia, devono aspettare e pazientare un anno.

L’esame, necessario per approfondimenti su una patologia accusata da una signora della Montagna Pistoiese, serve per accertarsi che “niente di brutto” vi sia, è stato prenotato l’8 di luglio di quest’anno, ma si dovrà attendere fino al 27 di giugno dell’anno del Signore – a cui evidentemente bisogna rivolgersi – 2017.

L’On. Edoardo Fanucci
L’On. Edoardo Fanucci

Per avere una visita in tempi brevi e rimanere soddisfatti della sanità, bisogna:

Un sistema sanitario recentemente riorganizzato che attua una suddivisione di ruoli e competenze e dà ad ognuno il suo:

  • agli Onorevoli e agli amici degli amici, l’eccellenza
  • ai cittadini le liste d’attesa interminabili.

Cittadino poco On.


CENSURA O AUTOCENSURA?

Contraddizioni
Contraddizioni. E non di poco conto…

 

DUE DOMANDE semplicissime a Daniela Ponticelli, comunicatrice ufficiale dell’Asl-Pistoia e non solo, ma anche “posizione organizzativa” (di se stessa?), ma anche portavoce del dottor Paolo Morello Marchese e perciò in evidente incompatibilità con la sua funzione di giornalista della sanità locale:

  1. come la mettiamo con la magnificazione della soluzione delle liste di attesa più volte da lei prospettata in nome di una corretta informazione all’utenza che paga anche il suo stipendio con annessi e connessi di posizione organizzativa?
  2. visto che lei non risponde mai a queste domande, può dirci se l’azienda opera la censura nei confronti di ciò che deve o non deve scrivere?

Potremmo aiutarla in una santa battaglia contro l’imbavagliamento aziendale: siamo qui anche per questo, almeno noi della stampa davvero libera.

Se c’è batta un colpo.

Edoardo Bianchini

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “san[t]ità. A CIASCUNO IL SUO: AGLI ON. L’ECCELLENZA, AI CITTADINI LISTE INFINITE

Lascia un commento