san[t]ità. LE GAUDIOSE PORTE DEL SAN JACOPO

«Siamo certi che l’Asl, sempre attenta a non far spese inutili, ci sorprenderà positivamente»
Le porte del Paradiso. 1
Le porte del Paradiso. 1

PISTOIA. Riassunto delle puntate precedenti.

18 gennaio 2016. Denunciamo come le quattro porte automatiche dell’osedale San Jacopo non funzionassero a dovere. Sin dall’apertura due porte restavano chiuse per non far morire dal freddo gli addetti al ricevimento. Denunciammo anche l’installazione, nel 2014, di quattro barriere a “lama d’aria” (spesA complessiva 38mila euro) e di come il problema non fosse stato risolto, visto che due porte restavano comunque chiuse e di quattro “lame” ne funzionava solo una. (vedi).

20 gennaio 2016. Due tecnici lavorano agli apparecchi spenti. Interrogati sul perché sino a quel momento ne era stato acceso uno solo, rispondono che c’era un problema di “magnetotermici”. In pratica hanno dovuto mettere degli “interruttori” più potenti per non far “saltare la luce”.

21 gennaio 2016. Denunciamo come, pur se la Asl ha acceso tutte e quattro le “lame”, due porte restavano comunque chiuse e quindi tre “lame” stavano inutilmente accese, sprecando energia, soldi pubblici, trasformando, a causa della continua emissione di aria calda, il piccolo corridoio tra le porte in una “sauna” a 29 gradi (vedi).

Ieri abbiamo fatto un sopralluogo e, purtroppo, la situazione non è cambiata. Hanno solo abbassato la temperatura e non c’è più un’entrata a “zig-zag”, ma comunque due porte sono sempre chiuse, come mostrano le foto.

Le porte del Paradiso. 2
Le porte del Paradiso. 2

A questo punto, facendo finta di essere un “cliente” ho chiesto agli operatori del ricevimento come mai c’erano due porte chiuse, pur con le “lame” funzionanti.

“Hanno costruito l’ospedale con l’entrata principale che guarda a nord! Qui non c’entrano le lame o le porte automatiche; qui d’inverno si muore dal freddo e d’estate dal caldo. Due porte devono restare sempre chiuse. Così è”.

A chi credere? All’operatore o all’Asl? La risposta è semplice. Se tra qualche giorno le quattro porte automatiche funzioneranno, vuol dire che con le “lame” il problema è risolto e l’operatore è un bugiardo.

Se due porte resteranno, invece, sempre chiuse, pur se le 4 “lame d’aria” funzionano, vuol dire che i 38mila euro spesi per l’aggiornamento complessivo degli impianti (come scrive la delibera n. 27 del 17 gennaio 2014) sono stati una spesa inutile.

Siamo certi che l’Asl, sempre attenta a non far spese inutili, ci sorprenderà positivamente.

[*] – Autore dei libri sugli inutili ospedali di Rossi

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “san[t]ità. LE GAUDIOSE PORTE DEL SAN JACOPO

Lascia un commento