san[t]ità & meningite. MA QUESTA NON È INFORMAZIONE

informazione-disinformazionePISTOIA. Checché ne dica l’Ordine dei Giornalisti con annessi e connessi, noi facciamo questo mestiere, ed è nostro preciso diritto-dovere commentare quel che vediamo in quel caos che ormai è diventata l’emergenza-meningite, palleggiata come una patata bollente dalle mani della Saccardi a quelle della gente che nel frattempo si è spallata in attesa di vaccini che non ci sono, che ci saranno, che erano per gli under 45, che sono oggi per tutti perfino per gli ultracentenari. Ma che di fatto, e nonostante Rossi, non si trovano.

In mezzo a questo assoluto bailamme, come don Abbondio che compare nel romanzo del Manzoni, come dice lo scrittore, “bel bello per una di quelle stradicciole”, èccoti il superpagato ufficio di coordinamento stampa Asl che non informa un bel niente se non dell’inutile e del superfluo: se scappano due detenuti pericolosi da Roma, se ne dice nome e cognome; se c’è da curarsi per aver avuto contatti con un infetto di meningite C, c’è da saperne nome e cognome.

Montalbano direbbe: “In questo caso della privacy me ne catafotto!”. E avrebbe ragione, alla faccia di battesimi, cresime, eucarestie, penitenze, estreme unzioni, Ordini (dei giornalisti) e matrimoni.

Sentite, invece, cosa continua a scrivere il superpagato ufficio stampa Asl (in palese conflitto d’interesse perché sì informatore, ma al tempo stesso anche portavoce del Paolo Morello Marchese del Ciocco, in collisione con la legge 150/2000):

MENINGITE. AGGIORNAMENTI SULLA PROFILASSI

RELATIVA AL GIOVANE RICOVERATO

NEL PRESIDIO OSPEDALIERO SAN JACOPO DI PISTOIA

Scritto da Daniela Ponticelli, mercoledì 17 febbraio 2016

Pistoia – A seguito del comunicato stampa (vedi) inviato relativo al giovane di 24 anni al quale è stata confermata la diagnosi di infezione da meningococco di tipo C ricoverato in terapia intensiva nel presidio ospedaliero San Jacopo di Pistoia

RELATIVAMENTE AI CONTATTI SI PRECISA INOLTRE CHE

Il ragazzo lo scorso 6 febbraio 2016 ha preso l’aereo da PISA ALITALIA n. 518 in partenza alle ore 18,15 con arrivo a Tirana alle ore 19,55 circa;

e lo scorso 9 febbraio 2016 ha preso l’aereo da Tirana ALITALIA n. AZ 517 in partenza alle ore 20,40 con arrivo a Pisa alle ore 22,20.

Le persone che hanno viaggiato sugli stessi voli e negli stessi giorni sono invitate a rivolgersi al proprio medico curante, alla guardia medica e ai servizi di sanità pubblicata dei territori di residenza.

Se si informa così, in questo modo assurdo del non dire, non c’è da meravigliarsi che questo paese – con la p minuscola – abbia da tre anni non governi di non presidenti del consiglio non eletti da nessuno, ma solo scelti dal P[artito] D[ittatoriale]; un parlamento illecito; un presidente della repubblica illecito poiché eletto da un parlamento illecito e come tale definito dallo stesso sedicente presidente della repubblica quand’era giudice costituzionale. Una Costituzione, quella italiana, che vale per il popolo che paga e viene calpestato ogni giorno, e non per il P[artito] D[ittatoriale] che impèra e calpesta dei poveri polli da allevamento.

La meningite? Non è niente in confronto! Può liberaci dal male.

______________

Scarica, leggi e medita: Convention droits de l’homme

[Intervento di critica e commento ex artt. 21 Costituzione e 10 della Convention européenne des droits de l’homme]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “san[t]ità & meningite. MA QUESTA NON È INFORMAZIONE

Lascia un commento