san[t]ità montante. VIVARELLI (PIT): “UN DOCUMENTO IRRICEVIBILE”

“Un atto irresponsabile e provocatorio: non si mercanteggia sui servizi sanitari”
Carlo Vivarelli

SAN MARCELLO. Il Partito Indipendentista Toscano ritiene il documento fatto inviare dalla Usl Toscana Centro e dalla Regione Toscana alla Consulta per la Salute tramite i Sindaci irricevibile nella forma, e nel contento.

Ripetiamo che per quanto ci riguarda è un ricatto, che mercanteggia riguardo dei servizi sanitari e il rinnovo di un macchinario, che devono essere posti in essere senza indugio alcuno da parte degli organismi competenti, e che è una vergogna immettere all’interno di una trattativa.

Riteniamo inoltre il fatto che si invii un tale documento a una Consulta un atto irresponsabile e provocatorio,essendo una Consulta, per l’appunto un organo consultivo e non deliberante. Chiediamo nella mozione in allegato al Sindaco di San Marcello Piteglio di rivolgersi alla magistratura riguardo i servizi sanitari ed il macchinario della Tac, che si fanno oggetto di trattativa, il che è a mio avviso un reato: se la Usl ha macchinari e medici, li dispieghi e destini sul territorio.

Carlo Vivarelli
Partito indipendentista Toscano
consigliere del Comune di San Marcello Piteglio

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email