san[t]ità. NUMERI NON CHIACCHERE: MISURARE PER MIGLIORARE!

Le Medicine interne si incontrano stamani al San Jacopo
Sanità, molto meglio prima

PISTOIA, Numeri e non chiacchiere: misurare per migliorare è il titolo dell’incontro promosso dal dipartimento delle specialistiche mediche che si svolgerà oggi sabato 16 novembre nella Sala Cinzia Lupi dell’ospedale di Pistoia (a partire dalla ore 9) con la partecipazione dei direttori e del personale delle strutture mediche dell’Azienda USL TC.

“Il titolo — spiega la dottoressa Grazia Panigada, direttore dell’area aziendale di medicina —è molto significativo perché gli argomenti trattati, sia clinici che organizzativi, saranno corredati dai numeri delle nostre 13 medicine interne aziendali.

Misurando la nostra attività e condividendo le singole esperienze è possibile ottenere migliori risultati per tutti. Affronteremo il tema dell’ictus di origine sconosciuta, il follow-up del paziente anti coagulato e con embolia polmonare. Rifletteremo sulla gestione della sepsi nei nostri reparti”.

L’incontro tra gli specialisti sarà utile anche per un confronto sul tema dei cosiddetti “pazienti fuori reparto”, pazienti che in presenza di carenza di posti letto di area medica vengono ricoverati in area chirurgica, una problematica che continua ad essere presente nei momenti di iperafflusso (ad esempio nel periodo influenzale), nonostante le strategie messe in atto dall’Azienda per governare il fenomeno (ad esempio l’attivazione in tutti i presidi ospedalieri delle dimissioni sette giorni su sette).

L’ospedale San Jacopo

Oggi saranno, quindi, analizzati attentamente i numeri per mettere in atto ulteriori modifiche organizzative e migliorative al fine di evitare disagi ai pazienti e agli operatori sanitari.

Sarà inoltre valutata con i dati di prescrizione farmaceutica di 317 pazienti dimessi dai reparti di medicina l’appropriatezza prescrittiva delle principali classi di farmaci utilizzati sia in termini di indicazioni che di durata.

“La deprescrizione è un obbligo per tutti i clinici, e il ricovero in medicina interna l’occasione per ottimizzare terapie nell’ottica dell’appropriatezza. La procedura richiede tempo soprattutto in ambito di comunicazione.

I numeri ci mostreranno quanto siamo attivi e i margini di miglioramento per questa problematica sempre più rilevante dei nostri pazienti politrattati” – ha sottolineato la dottoressa Panigada.

Nell’incontro saranno anche illustrati i risultati di un questionario somministrato a tutti i dirigenti delle medicine interne per pesare l’aderenza e il rilievo che viene dato a scelte organizzative, ai rapporti interprofessionali e con la dirigenza, per poter meglio indirizzare nuove scelte condivise.

“In una tavola rotonda —ricorda il dottor Giancarlo Landini direttore del dipartimento specialistiche mediche — valuteremo quanto la medicina interna attraverso i suoi day service possa contribuire alla realizzazione della reale continuità verso un ospedale without walls riportando le diverse esperienze dei nostri presidi ospedalieri”.

Nel pomeriggio saranno effettuate esercitazioni pratiche di ecografia internistica, metodica necessaria per la corretta gestione di un numero sempre crescente dei pazienti che necessitano di questa indagine diagnostica.

[ponticelli— asl toscana centro]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email