san[t]ità. “PRONTO BADANTE”, QUATTROMILA TELEFONATE IN CINQUE MESI

Un anziano
Un anziano

FIRENZE. Nei primi cinque mesi di attivazione del progetto regionale Pronto Badante è buono il bilancio complessivo anche nei territori della Ausl Toscana centro, Empoli, Firenze, Pistoia e Prato con 4 mila telefonate al numero verde dedicato, 803 visite a domicilio da parte degli operatori autorizzati e 609 buoni lavoro attivati.

Il progetto prevede di rispondere a bisogni effettivi degli anziani e delle loro famiglie quando insorgono problematiche che limitano l’autonomia: per esempio la rottura di un femore, il rientro a casa dopo il ricovero ospedaliero, o la perdita della autosufficienza a seguito di patologie anche neurologiche.

Con Pronto Badante viene offerto un aiuto concreto e rapido.

Rivolgendosi al numero verde 800 59 33 88 (attivo dal lunedi al venerdi dalle 8 alle 18, ed il sabato dalle 8 alle 13) è possibile attivare la visita domiciliare che l’operatore autorizzato compie a casa del malato entro 48 ore dalla chiamata. Spesso a seguito della visita domiciliare è erogato il contributo per attivare un assistente familiare che darà un primo aiuto al manifestarsi della fragilità dell’anziano.

Le visite domiciliari nei territori Empoli, Firenze, Pistoia e Prato sono state rispettivamente 68, 471, 180 e 84.

[ponticelli – coordinamento ufficio stampa azienda usl toscana centro]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento