san[t]ità. RACCOLTA FIRME CONTRO LA RIFORMA DEI TAGLI E DELLA PRIVATIZZAZIONE

Favorire i privati per tenerseli buoni
La sanità non è questa: favorire i privati per tenerseli buoni

PISTOIA. L’Osp, Osservatorio Sanità Pistoiese, aderisce alla raccolta firme indetta dal Comitato Regionale Referendum Abrogativo per fermare il processo di privatizzazione in programma del Servizio Sanitario Regionale toscano.

Invitiamo la cittadinanza a firmare per promuovere un referendum abrogativo dell’articolo 34 bis dedicato alla sperimentazione di politiche di privatizzazione.

Con l’approvazione della l.r.t. 40 votata nel dicembre dello scorso anno, la Regione ha stravolto l’assetto del servizio sanitario smantellando le 12 Asl locali regionali e concentrando le funzioni di queste a livello di macro-aree (3 aree vaste).

Pistoia è inserita in questo piano insieme a Firenze, a Prato e a Empoli. Questa riorganizzazione causerà certamente tutta una serie di problemi, per primo di tipo organizzativo e in particolare di allontanamento delle decisioni e delle responsabilità dalle richieste e dai bisogni che vengono dai cittadini e dai territori.

Per questo motivo a livello regionale si era già sviluppato un vasto e variegato movimento popolare di indignazione e opposizione che purtroppo non è però riuscito a impedire che la riforma venisse avviata a causa della sordità espressa dalla giunta regionale a guida Pd.

Sanità.-Troika-di-Rossi - banda bassotti
La sanità non può essere questa

Con l’approvazione dell’art. 34 bis, inoltre si vorrebbero introdurre delle sperimentazioni pubblico-privato di parti del servizio sanitario, aprendo così la porta all’ulteriore smantellamento della sanità locale che è già in difficoltà nel fornire prestazioni pubbliche di qualità.

Dietro questa legge pensiamo si nasconda infatti la volontà di continuare nella politica di tagli di risorse e finanziamenti al Ssr, invece di promuovere una politica di investimenti.

Invitiamo pertanto tutti gli utenti e i cittadini toscani e pistoiesi a firmare i moduli per richiedere l’abrogazione di questo articolo di legge pericoloso e insensato.

Per firmare ci si può recare negli uffici comunali in tutti i comuni della provincia pistoiese muniti di carta d’identità o altro documento, e richiedere il modulo apposito.

Si potrà firmare anche tutti i giorni di mercato (mercoledì e sabato) a Pistoia, presso i banchini presenti del comitato Acqua Bene Comune e dell’Osservatorio Sanità Pistoiese, per tutto il mese di ottobre e fino al 15 novembre dalle 10 alle 12.

Per informazioni: email: osservatoriosanitapistoiese@gmail.com – gruppo fb: Osservatorio Sanità Pistoiese – cell. 348-3837114.

[osp – osservatorio sanità pistoiese]

Vedi anche: http://www.linealibera.info/diritto-di-critica-santita-pescia-ospedale-presto-potenziato/

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento