san[t]ità. SACCARDI: «NON VENGO IN MONTAGNA, LE FIRME? PORTATEMELE!»

L’Assessore alla Salute della Regione Toscana viene invitata dalle associazioni che hanno raccolto ottomila firme per chiedere un vero Pronto Soccorso al Pacini, ma rifiuta e chiede che queste le vengano portate a Firenze
Alcune delle promotrici

MONTAGNA. [m.f.] Sono 7996 le firme raccolte per chiedere un vero pronto soccorso all’Ospedale Pacini di San Marcello.

Le associazioni impegnatesi nella raccolta, hanno invitato l’Assessore alla Sanità Stefania Saccardi a venire in Montagna per consegnarli le firme ed incontrare i cittadini.

L’assessore ha tuttavia declinato l’invito, dichiarandosi però disponibile a ricevere il 26 maggio prossimo in Regione una piccola delegazione dei rappresentanti delle associazioni.

Gli esiti dell’incontro saranno illustrati ai cittadini della montagna nel corso di un’assemblea pubblica, che si terrà nella sala Parrocchiale di San Marcello il 1 giugno alle ore 21, cui sono stati invitati tutti i candidati sindaci alle prossime amministrative dell’11 di giugno.

IL COMUNICATO DELLE ASSOCIAZIONI

Il 27 marzo scorso abbiamo inviato all’assessore regionale al diritto alla Salute Stefania Saccardi un invito per consegnarle le 7996 firme di cittadini residenti e turisti della Montagna Pistoiese che chiedono un Pronto Soccorso all’ospedale “L. Pacini” di San Marcello P.se.

Stefania Saccardi, Assessore alla Sanità della Regione Toscana

ASSESSORE VENGA IN MONTAGNA

Il nostro invito a salire in montagna aveva uno scopo ben preciso: avremmo voluto che l’assessore percorresse le strade che percorriamo noi.

Avremmo voluto che lei vedesse con i suoi occhi e provasse con la sua auto che tipo di viabilità abbiamo.

Avremmo voluto che si rendesse conto in prima persona delle distanze, del disagio e delle difficoltà del vivere in un’area montana.

Avremmo voluto soprattutto che ascoltasse e guardasse negli occhi gli abitanti della montagna per stabilire un patto con una comunità e con il suo territorio.

Perché crediamo che ci siano situazioni in cui, per avere una visuale completa e scegliere al meglio, sia necessario spostarsi ai margini, distanziarsi e decentrarsi, allargare lo sguardo ed osservare.

Cambiare prospettiva e lasciarsi trasportare da una forza centrifuga che dal centro porta alle periferie.

Allora, dall’altitudine di questa posizione marginale, ma privilegiata, si possono percepire i confini, valutare i limiti e gli ostacoli, per superarli.

Punto di Primo Soccorso o… Pronto Soccorso al Piot di San Marcello?

NO! VENITE VOI A FIRENZE

Abbiamo contattato la segreteria a lungo prima di avere una conferma ed infine, pochi giorni fa, la risposta è giunta: l’assessore è disponibile a ricevere una piccola delegazione a Firenze.

TANTO SIAMO ABITUATI A MUOVERCI

Andremo dunque a Firenze il 26 maggio prossimo come portavoce delle quasi ottomila persone che ci hanno dato fiducia.

Siamo abituati a muoverci. Lo facciamo ogni giorno, per lavoro, perché quassù c’è poco lavoro; lo facciamo ogni volta che i nostri bambini hanno bisogno di un pediatra, perché di notte o nei festivi e al di fuori dagli orari del pediatra territoriale, non abbiamo assistenza pediatrica; lo facciamo ogni volta che abbiamo bisogno di cure o dobbiamo assistere un parente in ospedale, perché a San Marcello il Piot è ridotto ai minimi termini; lo fanno i nostri figli per studiare e spesso, dopo gli studi, non tornano a vivere in montagna perché sentono che qui non c’è futuro.

E DOPO L’INCONTRO, ASSEMBLEA CON I CANDIDATI SINDACI

Il 1 giugno alle ore 21 presso la Sala Parrocchiale di San Marcello P.se, dopo l’incontro con l’assessore, ci sarà un’assemblea pubblica alla quale inviteremo anche i candidati sindaci dei due comuni impegnati nelle elezioni amministrative dell’11 giugno.

In quell’occasione saranno riportati gli esisti dell’incontro con l’assessore e proporremo un documento da condividere e presentare ai candidati sindaci.

Chiederemo loro un impegno formale a portare avanti con determinazione, in tutte le sedi istituzionali, la battaglia di avere un Pronto Soccorso ed un ospedale efficiente sulla Montagna Pistoiese.

Invitiamo i cittadini a partecipare per dimostrare che la montagna ci tiene al suo diritto alla salute e vuole essere protagonista.

L’ex-Ospedale Pacini di San Marcello

LE ASSOCIAZIONI

Elio Penna (Anpas Pubblica Assistenza Campo Tizzoro-Bardalone-Pontepetri)
Emiliano Bracalli (Associazione Zeno Colò in difesa dell’Ospedale Pacini)
Marcello Fontana (Abetone vuole vivere)
Sandra Tonarelli (Auser)
Francesco Gaggini (Avis Comunale Montagna Pistoiese)
Graziella Cimeli (Comitato Promotore “Recupero Ammanco Comunità Montana”)
Valerlo Bobini e Eva Giuliani (Crest)
Gian Piero Noli (Croce Rossa Italiana Comitato di San Marcello P.se)
Simone Pedri (sindacato Fials di Pistoia)
Maria Grazia Franchi (Fnp-Cisl Montagna Pistoiese)
Romano Biolchini (Misericordia di Cutigliano)
Claudio Gambini (Misericordia Le Piastre)
Amerigo Vivarelli (Misericordia di Pracchia)
Cecchini Giorgio (Misericordia di Prataccio)
Diego Nardini (Misericordia di Popiglio)
Simone Ferrari (“Montagna Pistoiese è qui che voglio vivere”)

Scarica: Comunicato stampa

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento