santomato live. IN ARENA PER I KILLER QUEEN UN ESORDIO A DECIBEL LIMITATI

1

PISTOIA. È partita ieri sera la musica dal vivo nella cornice del nuovo spazio, denominato Arena, nel prato del circolo di Santomato. Circa 260 i posti a sedere, tutti ben distanziati e con i cartelli che ricordavano le misure di sicurezza e le norme comportamentali da tenere per questa ripartenza.

La musica dal vivo mancava da 4 mesi, come ha tenuto a precisare il padrone di casa, Tony De Angelis, e più volte durante la serata sono stati rammentati i volontari e gli addetti ai lavori che si sono profusi nello sforzo enorme di garantire un sano divertimento, in totale sicurezza, lavorando alacremente per allestire lo spazio per i concerti live: il palco con tutte le luci e le casse è stato ultimato alle quattro del mattino di venerdì 26 giugno…giusto una manciata di ore prima che i componenti dei Killer Queen giungessero con i loro strumenti per il sound-check.

La scelta del gruppo che ha reso tributo a Freddie Mercury e soci era una tappa obbligata,  come ci aveva anticipato nell’intervista di pochi giorni fa De Angelis, visto che proprio loro sono stati i primi a veder annullata la loro esibizione pre-covid.

E così, con un pubblico ordinatamente a sedere, il concerto, ieri sera, ha preso il via con One Vision, ma la prima impressione che non sia stato tutto nella normalità , ci ha colpito come un colpo a tradimento.

2

Un solerte ingegnere, munito di fonometro, incaricato dalle autorità (forse sollecitate dai vicini che farebbero volentieri a meno di sentire i concerti che Santomato Live Arena offrirà fino al14 agosto) ha ricordato al fonico Tiziano Betti di non oltrepassare i 60 decibel, trasformando così il Live del gruppo di Mario Assennato & company in un soft concerto.

Non sappiamo quanti spettatori abbiano condiviso l’imposizione dell’incaricato delle rilevazioni sonore, ma a noi è sembrato un concerto incompleto, certo non per volere dei musicisti.

I Killer Queen sono insieme da 25 anni e hanno voluto festeggiare questo loro compleanno condividendo con gli spettatori presenti i migliori successi dei Queen, aprendo la serata appunto con One Vision e passando poi per  I want to break free, Under pressure e un pezzetto di Let?s dance omaggiando così David Bowie, Crazy little thingcalled love, Bohemian Rapsody per arrivare fino a  We will rock you e We are the champions, coi saluti finali, incluso quello alla “regina” con God save the Queen.

Pubblico contento: stasera si replica e…Mario Assennato,Antonio Gabellini, Daniele Trambusti, Giacinto Bargiacchi, Nicola Angiolucci e Yaser Ciro, altri 25, 50 anzi 100 anni ancora insieme a portare in giro l’omaggio alla immortale musica dei Queen.

Gianluca Risi

[gianlucarisi@linealibera.info

3
4
5
6
7
8
9

.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email