santomato live. KEE MARCELLO, IL CHITARRISTA DEI LEGGENDARI EUROPE, IN CONCERTO

Kee Marcello

PISTOIA. L’inizio della decima stagione del Santomato Live ci sta regalando delle belle serate all’insegna del buon cibo, buona musica e personaggi anche internazionali come da tradizione.

Archiviati i primi concerti giovedì 10 ottobre i riflettori saranno puntati su un grande musicista: Kee Marcello, nome d’arte di Kjell Hilding Lövbom, 59 anni, divenuto famoso per avere suonato in un breve periodo di tempo con gli Europe.

In esclusiva per la Toscana, il chitarrista heavy metal svedese, originario di Ludvika, accompagnato da una band di rinomati musicisti – alla batteria Titta Tani ( Goblin, Mark Boals, Edu Falaschi) al basso Emiliano Tessitore ( Vinnie Moore, Mark Boals ) e alle tastiere Alessio Contorni (Frizzi2Fulci) — riproporrà alcuni dei grandi successi degli Europe oltre ad alcuni suoi pezzi.

Kee Marcello entrò a far parte degli Europe nel 1987, sostituendo John Norum e rimase nella notissima band fino al 1992. Con gli Europe incise due album: Out of This World (1988) e Prisoners in Paradise (1991).

Con il trascorrere degli anni, Marcello ha suonato in vari gruppi ed ha prodotto album di svariati artisti. Prima di entrare negli Europe, suonava nella sleaze glam band Easy Action, con la quale ha registrato due album in studio.

Da solista ha pubblicato vari album. Nel corso della sua carriera ha collaborato tra gli altri con la cantante Chris Catena, Alannah Myles, Pino Scotto, Andrea Gargioni.

Ad aprire la serata (dalle 21,45 in poi) ci sarà la band fiorentina dei Bad Habits con una selezione di classici dei Thin Lizzy.

La serata come sempre sarà anticipata da una ricca cena buffet dove è gradita la prenotazione chiamando ai numeri: 333 4657051 o 0573 479957..

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email