SAP. VIDEOSORVEGLIANZA E TECNOLOGIA

Videosorveglianza
Videosorveglianza

PISTOIA. La problematica del mancato funzionamento del sistema di videosorveglianza  sul territorio pistoiese non è assolutamente una questione da sottovalutare. Poter controllare con l’occhio elettronico i vari quartieri e le strade della città, oltre al essere un deterrente per i malintenzionati, è un sistema utilissimo per le forze di Polizia per poter assicurare alla giustizia gli autori dei reati, soprattutto se  si verificano nelle pubbliche vie (vedi  ad esempio fuga di rapinatori,  danneggiamenti ad edifici o monumenti, violenze e risse nelle strade, etc).

Come è stato evidenziato nei giorni scorsi dai consiglieri comunali Betti e Lattari, da tempo, molte delle videocamere,  sistemate nelle piazze  e nei vicoli della città di Pistoia, non sono funzionanti, e ciò costituisce, senza dubbio, un grave danno per la collettività, sia  per la serenità e la tranquillità  dei cittadini, ma anche perché le forze di Polizia vengono private di uno strumento divenuto ormai  essenziale nella propria attività.

treviglio-99-telecameresorvegliano-la-citta_4a3d7aae-3a15-11e5-9899-d5af9682b15c_998_397_big_story_detailIl Sap è certo che l’amministrazione comunale pistoiese interverrà al più presto, ripristinando quel servizio assolutamente  necessario per la tutela dei suoi cittadini, ed in questa direzione ritiene opportuno  rivolgere anche un appello a tutti gli esponenti  politici della nostra provincia finalizzato all’acquisto di  dispositivi portatili tipo tablet, da destinare alle pattuglie di Polizia, Carabinieri e Vigili Urbani  impegnate  in attività di prevenzione dei reati sul territorio.

Il dispositivo elettronico,  collegato  alla centrale del sistema di video sorveglianza, tramite il già presente wireless della città – o in alternativa con  una Sim dati – permetterebbe un monitoraggio costante e continuo anche per gli operatori che si trovano a pattugliare le vie della città.

“Con una spesa davvero relativa – spiega il Segretario Andrea Carobbi Corso – gli equipaggi delle varie forze dell’ordine avrebbero un immediato accesso all’occhio vigile del sistema di videosorveglianza, che permetterebbe, in tempi immediati, di verificare segnalazioni, individuare elementi utili alla ricostruzione dei fatti verificatisi, nonché identificare gli  autori dei reati, che così potrebbero essere anche arrestati in flagranza di reato. Auspichiamo che la nostra  proposta sia condivisa e sostenuta dalle varie componenti politiche locali; aumenterebbe la sicurezza dei cittadini e Pistoia potrebbe fare da apripista a nuovi sistemi di prevenzione dei reati”.

[sap pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento