sap. «VOLANTE 1 CHIAMA SALA OPERATIVA. PRONTO? PRONTO? PASSO E CHIUDO!»

Impianto radio
Impianto radio

PISTOIA. “In alcune zone della nostra provincia la copertura radio per le pattuglie della polizia è praticamente inesistente, tanto che gli operatori sono costretti a comunicare spesso tramite cellulare personale.

“Una situazione vergognosa che riguarda anche i carabinieri e che è figlia, purtroppo, di 10 anni di tagli alle risorse per il comparto sicurezza che Governi di vari colori politici hanno portato avanti in nome della spending review. Altro che stato di allerta 2 contro eventuali attentati terroristici!”.

È la denuncia di Andrea Carobbi Corso, segretario provinciale del sindacato di polizia Sap, la maggiore organizzazione per numero di iscritti a Pistoia.

Andrea Carobbi Corso
Andrea Carobbi Corso

“Siamo spesso costretti – dice Carobbi Corso – a utilizzare il cellulare personale per poter avere il supporto della sala operativa. Senza contare che le volanti sono equipaggiate con radio portatili che rendono critiche le comunicazioni quando gli operatori in divisa escono dall’abitacolo: un problema, questo, che abbiamo in tutta Italia.

“La copertura radio a macchia di leopardo riguarda anche alcuni tratti dell’autostrada Firenze Mare, la A11, dove prestano servizio i miei colleghi della Stradale di Pistoia e di Montecatini Terme. Criticità già segnalate alla dirigenza delle sezione Polstrada, ma che non risultano ancora essere state risolte”.

“Questa grave situazione – prosegue il segretario Sap –, della quale abbiamo informato anche ai vertici della Questura, non permette ai poliziotti di essere collegati alla centrale operativa e di conseguenza di poter comunicare eventuali situazioni in cui si imbattono durante il servizio, siano esse di pericolo o di controllo generico, ma che potrebbero riguardare pure la vita o la morte di un cittadino o addirittura di un agente. L’unico sistema di comunicazione, con i suoi tempi di attesa e di risposta, è il cellulare, per altro con conseguente onere economico delle chiamate a carico delle donne e degli uomini in divisa”.

“Alla luce di quanto evidenziato – conclude Carobbi Corso – e considerato anche il momento particolarmente critico che l’Italia sta attraversando, il Sap chiede una immediata verifica della situazione e il corretto ripristino degli apparati di trasmissione delle comunicazioni”.

[sap pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento