SCRITTA INGIURIOSA DI MATRICE NEOFASCISTA CONTRO BIFFONI

La scritta “comparsa” nell’atrio di ingresso allo studio legale

PRATO. Una scritta dai toni ingiuriosi e di matrice neofascista è stata lasciata su una parete dell’atrio di ingresso al condominio che ospita lo studio legale del sindaco Matteo Biffoni e soci.

Nella scritta si legge “Matteo Buffone vergognati. Viva dux”. Su quanto accaduto è stata informata la Digos che sta indagando per risalire agli autori. Immediate le reazioni di condanna e gli attestati di solidarietà giunti al sindaco Biffoni e ai colleghi.

“È inaccettabile – si legge in una nota della segreteria della Fp Cgil — che a Prato, città Medaglia d’Argento per la Resistenza, siano presenti associazioni di stampo neofascista e che queste operino impunemente, invitiamo tutte le istituzioni democratiche ad attivarsi per respingere ogni rigurgito fasciata.

Ad ottobre dello scorso anno anche la Cgil di Prato è stata presa di mira con striscioni di stampo xenofobo.

La Funzione Pubblica Cgil rinnova l’appello a tutta la città a non sottovalutare questi episodi e condannare senza se e senza ma, tutto quello che trascende il confronto democratico”.

Un abbraccio di solidarietà e di amicizia è stato rivolto al sindaco anche dall’onorevole Antonello Giacomelli.

[Andrea Balli]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento