scuola. L’INDIGNAZIONE DELLA CONSIGLIERA LEGHISTA DILETTA BRESCI

“Il ministro Azzolina invece di pensare ai banchi a rotelle avrebbe dovuto spendere il suo tempo a pensare ai problemi seri e concreti come quello della mancanza degli insegnanti“

Diletta Bresci

PRATO. A pochi giorni dal rientro a scuola — afferma la consigliera provinciale della Lega a Prato Diletta Bresci — cosa manca nei nostri istituti? Gli insegnanti.

Questo è quanto accaduto per le scuole primarie e dell’infanzia. Se me lo raccontassero non ci crederei: assegnazioni di cattedre nel caos più totale, vengono pubblicate le nomine e a distanza di poche ore queste sono annullate. Come è possibile nel 2020 una situazione simile nel sistema scolastico di un paese europeo?

Il ministro Azzolina — prosegue Bresci — invece di pensare alle assurdità come quelle dei banchi a rotelle avrebbe dovuto spendere il suo tempo a pensare ai problemi seri e concreti della scuola italiana.

Da consigliera provinciale sono indignata — conclude Bresci — e mi meraviglio di come le istituzioni competenti non si siano battute a sufficienza per ottenere risposte efficaci ed efficienti, se consideriamo che il governo rispecchia lo stesso indirizzo politico delle istituzioni coinvolte.

[bresci – lega prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email