scuola martin luther king. VIA LIBERA AL PROGETTO ESECUTIVO PER IL MIGLIORAMENTO SISMICO

La verifica tecnica di vulnerabilità statica e sismica sulla scuola media di Bottegone non ha rilevato alcun problema statico per la struttura
La King di Bottegone

PISTOIA. Il Comune di Pistoia ha affidato un incarico per realizzare il progetto esecutivo di miglioramento sismico della scuola Martin Luther King, già oggetto di una previsione di riqualificazione energetica e di rifacimento della copertura compresa negli interventi del “Bando periferie” di Bottegone.

«L’edificio – spiega l’assessore all’edilizia scolastica Alessandra Frosini – è uno dei ventotto plessi su cui questa amministrazione ha dato il via alle indagini di vulnerabilità statica e sismica mai realizzate prima. Nel caso della struttura di Bottegone, queste verifiche erano quanto mai importanti anche per non pregiudicare i lavori previsti con il Bando periferie, che devono essere necessariamente integrati con il miglioramento sismico dell’edifico per evitare qualsiasi spreco di denaro».

La verifica tecnica di vulnerabilità statica e sismica sulla scuola media di Bottegone – affidata a metà luglio dal Comune e conclusa negli scorsi giorni dallo studio incaricato, B.F. Progetti – non ha rilevato alcun problema statico per la struttura.

L’assessore Alessandra Frosini

«La scuola, costruita negli anni Settanta, è staticamente sicura – sottolinea l’assessore – in caso contrario avremmo dovuto sospendere l’attività scolastica e trasferire gli studenti». Il Comune, appurata la sicurezza statica della scuola, ha affidato la progettazione esecutiva di miglioramento sismico per “instabilità locali dovute all’azione del terremoto” (come scrivono i tecnici) su alcune pareti di uno dei quattro blocchi della struttura. Proprio per migliorare “la reazione in caso di sisma” e per abbassare il grado di vulnerabilità è stata affidata la realizzazione di una specifica progettazione, con un incaro da 39mila euro dato dal Comune in tempi rapidissimi.

«Verifichiamo, progettiamo, interveniamo. È questo – spiega l’assessore Frosini — il nostro modo di procedere sugli edifici scolastici, che sono la priorità di questa amministrazione. Il percorso che abbiamo intrapreso, dando avvio per la prima volta a controlli a tappeto sui plessi, è lungo e richiede un enorme impegno, che noi non faremo mancare».

L’amministrazione comunale sta infatti procedendo con le indagini su altre ventisette strutture scolastiche. L’obbligo delle verifiche sismiche è stato introdotto nel 2003, con una prima scadenza fissata al 2008 e poi prorogata al 31 marzo 2013. L’ultimo Milleproroghe ha spostato i termini per le indagini al 31 dicembre 2018. Dal 2003 al 2007 a Pistoia sono state controllate soltanto 4 scuole. «È partendo da questa situazione che — sottolinea l’assessore — l’attuale amministrazione si è mossa subito per intraprendere un percorso doveroso nei confronti delle famiglie».

Oltre alle indagini sugli edifici, sono iniziati i lavori di messa in sicurezza della scuola dell’infanzia La Balena, finanziati dal Comune di Pistoia e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia per un totale di 440mila euro.

[comune di pistoia]

  

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento