scuole frosini. TRIPI (PD) INTERROGA L’ASSESSORE

Walter Tripi

PISTOIA. Il capogruppo Pd in consiglio comunale a Pistoia Walter Tripi interviene in merito alla chiusura delle scuole Frosini annunciata dall’assessore Alessandra Frosini.

A riguardo è stata presentata una interrogazione:

L’assessore Frosini, dimenticandosi di non essere più all’opposizione, è uscita sul serio tema delle scuole Frosini limitandosi a dire che l’amministrazione precedente ha sbagliato tutto e nient’altro. Perché ovviamente gli sterili siamo noi.

Basandomi su questa uscita ho quindi qualche domanda diretta per lei, che ora può finalmente governare e quindi scegliere:

1) Quali criteri sta seguendo per valutare dove sistemare le classi che non potranno usufruire dell’istituto Frosini e quali sono le concrete soluzioni in campo?

2) Premessa. Gli interventi si fanno solo dopo i dovuti approfondimenti tecnici, non avendo le amministrazioni una palla di vetro. Intanto: le valutazioni sismiche le ha chieste la precedente amministrazione.

Rispetto alle Frosini, il riscontro tecnico è arrivato sui tavoli il a pochi giorni dal ballottaggio. Inoltre, a parte il caso specifico l’amministrazione precedente ha speso e recepito fondi per le scuole molto più di molti altri enti locali d’Italia.

Per fare qualche esempio:

  • 1,8 milioni su Il Melograno (recepiti da Regione e Fondazione Caript),
  • 2 milioni per l’ampliamento delle scuole Da Vinci,
  • 600mila euro di ristrutturazione Roccon Rosso, più altre 300mila ottenute dal Cipe.
Le scuole elementari Frosini

Per continuare:  lavori di ristrutturazione de La Girandola per 550mila euro.

Oltre a questi, alcuni interventi finanziati interamente dall’amministrazione: 62mila euro per le scuole Marini di Pontenuovo, 25mila euro per Chiazzano, 35mila euro per la scuola Parco Drago.

Si aggiungono 20mila euro ottenuti da bando per una palestra alla scuola Bertoneri, 100mila euro di infissi alla scuola di San Sebastiano, 130mila euro per i controsoffitti delle scuole Raffaello.

Questo nonostante la scelta di fondo di non contrarre nuovi mutui per il favorire il processo di risanamento del bilancio.

Fatta questa lunga ma necessaria premessa: è disponibile l’assessore a ritrattare la sua infelice e vuotissima uscita?

3) Quali sono le azioni che l’amministrazione intende mettere in campo per la messa in sicurezza delle scuole?

Attendo risposte che non siano “avete governato 70 anni”, perché ne ho 28 e perché — succede — quando si vince le elezioni bisogna anche proporre soluzioni, oltre che sollevare problemi.

Grazie.

(Walter Tripi)

[pd pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento