SCUOLE. PERCHÉ I CONTRIBUTI VOLANO ALTROVE? – 2

La scuola Cino da Pistoia
La scuola Cino da Pistoia

PISTOIA. Dopo questi nostri interventi

Giacomo Sguazzoni, autore del commento iniziale sul suo facebook, ci ha inviato un nuovo intervento che suona così:

Caro Bianchini (assumo che sia Lei l’autore del commento), a questo punto, con questi sospetti molto pesanti, direi che sarebbe oltremodo opportuno chiarire chi ha responsabilità nel mancato finanziamento, perché i cittadini devono sapere. Magari si tratta ‘semplicemente’ di una qualche mancanza nell’iter che era previsto. Se poi, come mi par che sia sottinteso, Lei dice che Renzi non avrebbe finanziato perché ce l’ha con Bertinelli, sarebbe opportuno che i nostri deputati di Pistoia se ne occupassero rapidamente.

Giacomo Sguazzoni

Abbiamo risposto subito:

RINGRAZIANDO…
_______________

Caro Sguazzoni,
intanto l’ultima ipotesi è una mia ‘cattiveria’: o la stampa è maligna alla Andreotti o – credo – serva davvero a ben poco se deve fare solo la funzione di quello che, nell’ippica dei contadini, si chiama “palafreniere” con compiti veramente di bassa retta e lega (lo sa, vero cos’è un “palafreniere” in quel senso…?).
Ciò non toglie che la sua sia una buona idea: chiedere ai due Onn. di Pistoia, di farci sapere il loro punto di vista, magari dopo aver interrogato “Il Bomba” (lo posso chiamare così…?) che finora non ha fatto altro che parlare – e spesso, mi pare, a vanvera.
Oggi, sul “Tirreno”, Mario Lancisi ha intervistato il capo del Vernacoliere, che risponde, appunto, più o meno nello stesso mio modo: «Renzi e papa Francesco? Sono uguali, parlano, parlano…» e non si levano un dito…
Grazie del suggerimento, che giro sùbito a chi di dovere.
Buona domenica.

Edoardo Bianchini

Ora vediamo di sintetizzare l’operazione in concreto:

 

A BERTINELLI

Samuele Bertinelli
Samuele Bertinelli

 

• Sindaco, vuole chiarire (non solo a noi, ma principalmente agli elettori di Pistoia) se nell’iter della preparazione della richiesta qualche suo dipendente ha commesso errori burocratici tali da troncare a priori la concessione dei contributi? E se non è accaduto, a suo modo di vedere, da cosa dipende il fatto che Pistoia, unica fra le dieci province toscane, non ha visto il classico “becco di un quattrino” per la Cino da Pistoia?

 

 

L'On. Caterina Bini
L’On. Caterina Bini

AGLI ONN. BINI E FANUCCI

 

• Gentili Onn., dopo aver letto quello che abbiamo scritto, vi spiacerebbe occuparvi della faccenda e intervenire immediatamente con Renzi in maniera da rimettere Pistoia “in corso legale”? Cosa ne dite? Siete d’accordo…?

L'On. Edoardo Fanucci
L’On. Edoardo Fanucci

Gradiremmo una vostra risposta in merito. Grazie.

Linee Future

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “SCUOLE. PERCHÉ I CONTRIBUTI VOLANO ALTROVE? – 2

Lascia un commento