se questo è un comune. L’EFFICIENZA NON ABITA QUI

Che giri fanno le PEC che spediamo? Passano dal Kgb e dalla Siberia prima di essere recapitate?
Eppure la Pec è stata ricevuta

AGLIANA. È verissimo: noi saremo anche dei rompiscatole, ma – se permettete – anche il Comune di Agliana non scherza.

Ecco una storia interessantissima che, se accadesse in una qualsiasi azienda privata, vedrebbe una di quelle scene classiche da film americano in cui un dirigente viene preso e, direttamente sul muso, gli viene detto: «Sei licenziato!». E lui se ne va con quei buffi scatoloni in cui si tengono le cose proprie.

Ecco i fatti

  1. C’è maretta fra maggioranza e opposizione. Quest’ultima ordina, comanda e vuole che il neo-Sindaco Benesperi faccia come Pd comanda: la sinistra fa le bizze sull’omotransfobia.
  2. Linea Libera – secondo la signora Barbara Dardanelli un nobile esempio di «giornalettismo di merda» – pubblica un pezzo in cui, sostanzialmente, si dice: se la sinistra vuole essere davvero credibile, perché invece di fare fuffa non sale le scale della Procura Repubblica di Pistoia e non presenta al dottor Grieco un’accurata disamina di tutti gli atti ufficiali (determine, delibere e quant’altro) sicuramente sospetti, Promulgati dal comune di Agliana? L’opposizione e l’amministrazione non si fanno così?
  3. I quattro cavalieri dell’Apocalisse

    E siccome i quattro Cavalieri dell’Apocalisse (Vannuccini, Tonioni, Lorenzo Romiti e Alberto Guercini) sono sempre lì a richiamare alla coerenza, Linea Libera pubblica anche una serie di link per indicare a questi volenterosi crociati le mappe da seguire per raggiungere l’agognata Gerusalemme.

  4. La sera di venerdì 12/07/2019, alle 21:28, dalla PEC di Linea Libera parte una mail che trasmette:
    a) Al Sindaco, Dott. Luca Benesperi
    b) Alla Segretaria Generale, Dott.ssa Donatella D’Amico
    c) Ai Sigg. Consiglieri: Luisa Tonioni, Massimo Vannuccini, Lorenzo Romiti e Alberto Guercini
    il pezzo dal titolo info‐repetita iuvant QUI SI PARRÀ LA TUA NOBILITATE.pdf.
  5. Il giorno successivo, sabato 13/07/2019, alle 09:16, ci giunge la ricevuta del protocollo del Comune di Agliana: la nostra lettera è stata protocollata col numero 00016889 del 13-07-2019.
  6. E ora fate un rapido calcolo aritmetico, possibile anche per quei geni che hanno frequentato le scuole della Minestra (proprio minestra) Fedeli.
    Da allora a ieri pomeriggio (28 luglio) sono passati 15 giorni.

Perché proprio ieri?Perché ieri pomeriggio abbiamo incontrato il Sindaco Benesperi e gli abbiamo chiesto se aveva visto la PEC di Linea Libera.

Non ne ricordava niente. Forse non la aveva nemmeno ricevuta. Eppure è sveglio, non è che dorma.

Viene da chiedersi: ma ad Agliana le comunicazioni d’ufficio (e specie le PEC) corrono come dovrebbero o invece passano l’analisi censoriale sotto la lente d’ingrandimento del KGB (KaGateBastarde)? I ritardi a cosa sarebbero dovuti? Come al solito, al rispetto (assurdo/asfittico) della privacy?

Non vi sembra che questo sia peggio del Processo di Ka[fk]ka?

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Cos ra pazz, ricette o’ direttor ro manicomie!

Scarica le prove


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email