SEL PER LA FERROVIA PISTOIA, LUCCA, PISA, LIVORNO

Pendolari alla stazione di Pistoia
Pendolari alla stazione di Pistoia

PISTOIA. In allegato l’interrogazione che alcuni parlamentari di Sinistra Ecologia Libertà hanno presentato al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti e al Ministro dell’Ambiente in merito alla modernizzazione della ferrovia Pistoia, Lucca, Pisa, Livorno.

Aldo Fedi – Coordinatore Provinciale di Sel

INTERROGAZIONE DI SEL AL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E TRASPORTI E AL MINISTRO DELL’AMBIENTE TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

PREMESSO CHE:

nell’area Firenze, Pistoia, Lucca, Pisa, Livorno, vive circa il 40% dell’intera popolazione della Toscana e si realizza quasi il 50% della produzione economica toscana;

l’unica risposta che è stata data ad oggi, all’esigenza di mobilità delle persone e delle merci, è l’intenzione di realizzare la terza corsia sull’autostrada A11 Firenze/Mare, che costerà oltre due miliardi di euro ed è scelta di ulteriore cementificazione della Toscana e che, bene che vada, andrà a regime nel 2025;

il servizio ferroviario toscano presenta delle criticità, con tempi di percorrenza indicibili, fuori dagli standard minimi europei;

la domanda di mobilità può essere soddisfatta anche attraverso la razionalizzazione degli orari e tempi dei servizi e promuovendo tutte le forme possibili di mobilità.

In Europa si realizzano tranvie elettriche, metropolitane, piste ciclabili, ovunque si sperimentano soluzioni alternative di mobilità, ci si prepara e si costruisce gradualmente l’alternativa. La competitività del Paese dipenderà tutta dagli esiti di questa sfida giocata in campo europeo;

In attesa dei... ritardi
In attesa dei… ritardi

il 17 gennaio 2014 i sindaci di Pistoia e Lucca Bertinelli e Tambellini hanno proposto un’iniziativa istituzionale congiunta alla Regione, ai sindaci e ai presidenti delle province di Lucca, Pistoia, Prato e Firenze a favore del raddoppio e della velocizzazione della linea ferroviaria Viareggio-Firenze e volta ad accelerare gli interventi per la realizzazione di un efficiente collegamento metropolitano lungo la tratta Viareggio-Lucca-Pistoia-Prato-Firenze;

il 21 gennaio 2014, il Presidente della regione Enrico Rossi ha espresso la necessità di un raddoppio di binario nella linea Pistoia Viareggio per velocizzare i tempi di percorrenza.

SI CHIEDE:

quali risoluzioni il Governo intende adottare per risolvere i bisogni della mobilità delle persone e delle merci nell’area Firenze, Pistoia, Lucca, Pisa, Livorno, in modo da poter soddisfare l’esigenza dei collegamenti veloci tra le diverse città e il capoluogo regionale, principale centro attrattore di interessi e traffici con il minor impatto ambientale possibile, per poter cadenzare il flusso dei treni sui molti tratti a binario unico in termini molto più rapidi e frequenti di quanto si verifica ora ed investendo in treni ed in sistemi di segnalazione più moderni per alleviare i disagi dei pendolari e favorire l’utilizzo della ferrovia per gli spostamenti di studenti e lavoratori in questo pezzo della Toscana.

Se il Governo ritenga prioritario investire nella costruzione di una metropolitana leggera di superficie nel tragitto ferroviario Firenze, Prato, Pistoia, Lucca, Pisa, Livorno.

Onn. Nicchi, Nardi, Quaranta

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento