SENTIERI DI ALTA MONTAGNA. UN PROGETTO DA 100 MILA EURO DELL’UNIONE DEI COMUNI

Previsto il rifacimento del tratto di sentiero che dal passo della Croce Arcana va Chiasso d’Alpe sotto il Lago Scaffaiolo

Cupolino? Sempre dritto

APPENNINO PISTOIESE. Un investimento di 100 mila euro è previsto per il rifacimento del tratto di sentiero che dal passo della Croce Arcana va Chiasso d’Alpe sotto il Lago Scaffaiolo.

Il progetto, denominato “Sentieri di alta montagna”, è stato commissionato dall’Unione di Comuni Appennino Pistoiese alla Cooperativa Dream Italia di Pratovecchio Stia (Ar). Recentemente approvato dalla giunta dell’ente è finanziato con fondi regionali.

L’investimento consentirà di recuperare alcune porzioni del sentiero che attraversa i pascoli e le praterie dell’Alto Appennino, recuperando: vecchie vie lastricate, muretti a secco, realizzando staccionate, nuovi sciacqui in legno e migliorando, nel contempo, le condizioni di sicurezza e fruibilità dello stesso. I lavori dureranno circa due mesi.

Il passo della Calanca

L’itinerario, oltre ad avere una grande valenza ambientale attraversando aree protette soggette a vincolo ambientale, è importante anche dal punto di vista storico, essendo parte della via transappenninica Romea Nonantolana, anticamente percorsa da: viandanti, soldati e pellegrini che si recavano a Roma.

Proprio per evidenziare questi aspetti è previsto l’integrazione della segnaletica e della cartellonistica illustrativa in modo da evidenziare l’importanza storica e ambientale della vecchia strada.

Il tratto coincide con due sentieri del Cai: lo 00 di crinale che dalla Croce Arcana (1670 m slm) si dirige in direzione Sud-Est al passo dei Tre Termini (1785 m slm) e da questo, con il 4, a Chiasso d’Alpe (1436 m slm) passando da Le Vene del Lago. Il sentiero poi continua a scendere fino a Pian del Conte (1117 m slm), località raggiungibile facilmente da Spignana in auto.

Il rifugio de Le Roncole

Il periodo consigliato per percorrerlo è maggio-giugno. Prepariamo quindi gli scarponi, in modo da attraversare la piana di Butalvecchio o Pian del Conte, salendo poggio Fratone (1335 m slm), tra fiori dai mille colori. Da qui si prosegue sulla mulattiera, fino al piccolo rifugio de Le Roncole, per poi proseguire sul crinale, fra le sottostanti valli anguste della Volata e della Verdiana, fino al già menzionato Chiasso d’Alpe, stretto passaggio di accesso all’Alpe inteso come crinale dell’Appennino. Arrivati al passo dei Tre Termini non si ha l’imbarazzo della scelta, andando o al vicino Lago Scaffaiolo (1773 m slm) o proseguire verso la Croce Arcana.

Marco Ferrari
[
marcoferrari@linealibera.info]

Un cippo storico del Granduca e il Cupolino
Sentiero di crinale con Libro Aperto sullo sfondo
Rifugio Manzani, Croce Arcana
Croce Arcana, indicatori
Fiori di crinale
Anche di qui passa il Sentiero Europeo
Sentiero Cai 4 Chiasso d’Alpe
Lago Scaffaiolo

Rimani aggiornato con le notizie della Montagna Pistoiese:

#Telegram

#Twitter

#Facebook

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email