serravalle. ASSEMBLEA ATO, FDI: BENE IL VOTO CONTRARIO DEL COMUNE AL RIEQUILIBRIO ECONOMICO 2018

Elena Bardelli: “Non spetta ai cittadini farsi carico dal punto di vista economico degli errori di pianificazione della Regione Toscana”

SERRAVALLE. Il Comune di Serravalle Pistoiese, insieme ad altri tre comuni, all’ultima assemblea di Ato ha votato giustamente contro il riequilibrio economico- finanziario 2018, proposto da Alia e quantificato da Ato in 12, 9 milioni di euro, che per i contribuenti avrebbe significato un aumento in bolletta.

Grazie a questi voti la deliberazione non è stata approvata.

Tale correttivo — purtroppo non l’unico negli ultimi anni — denota evidentemente un errore di pianificazione della gestione dei rifiuti da parte della Regione Toscana, dovuto soprattutto ad una impiantistica ormai carente o insufficiente, che determina un aumento dei costi del servizio per il fatto che il gestore viene costretto a conferire i rifiuti indifferenziati fuori territorio per lo smaltimento.

Ribadiamo ancora una volta che gli sbagli della Regione non possono né devono essere ascritti ai Comuni e non possono né devono pesare sulle tasche dei cittadini.

È inaudito che siano i contribuenti a dover farsi carico finanziariamente degli errori di un ente istituzionale e che proprio in questo periodo di crisi economica, conseguente alla emergenza epidemiologica, si chieda un aumento delle bollette, quando se mai sarebbe doveroso per i Comuni ricontrattare con Alia il Piano Economico Finanziario relativo all’anno in corso al fine di azzerare la Tari per le aziende e gli esercizi commerciali nel periodo di chiusura delle attività.  

Elena Bardelli — Portavoce comunale di Fratelli d’Italia-Serravalle Pistoiese

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email