serravalle. BARRIERE ARCHITETTONICHE, UN FONDO INTEGRATIVO PER ABBATTERLE

Barriere architettoniche

SERRAVALLE. La giunta comunale in data 8 Agosto 2017 ha deliberato la creazione di un fondo integrativo che vada a contribuire all’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici delle civili abitazioni: diversi cittadini del nostro comune infatti si trovano costretti ad adeguare la loro abitazione con montascale, rampe per carrozzine o interventi similari per la presenza in famiglia di portatori di handicap.

È nostra volontà dare loro una mano. Per l’anno 2017 vengono così stanziati 3.000 euro che andranno a sommarsi ai contributi regionali.

Vogliamo continuare a ripetere nel corso degli anni tale azione, necessaria per chi si vede costretto ad effettuare lavori straordinari nella propria abitazione.

Ilaria Gargini, assessore al sociale comune di Serravalle Pistoiese

[fiorati — comune di serravalle pistoiese]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

14 thoughts on “serravalle. BARRIERE ARCHITETTONICHE, UN FONDO INTEGRATIVO PER ABBATTERLE

  1. Sig. ra Gargini, Lei ha destinato 3000 euro ad integrare i contributi regionali per l’abbattimento delle barriere architettoniche, ma ne ha spesi 5000 per noleggiare la strumentazione necessaria per la realizzazione della manifestazione “Serravalle Jazz”.
    Per onore della verità occorre dire anche questo perché i cittadini possano giudicare oggettivamente tutto il suo operato.
    Mi perdoni la puntualizzazione
    Distinti saluti
    pi.be

  2. Scusate. Ultimamente mi sono un po’ allargato e ho dovuto cambiare carozzina per spostarmi
    In via Pollacci non riesco più a passare tra il lampione e il muro che cade a pezzi. Le cose sono due, signora Gargini: con i tremila euro o buttate giù il lampione o rifate il muro
    Grazie

  3. O signora Gargini, ma che ci vuol prendere per i fondelli??????
    Con 3.000 euro il mio muratore non mi leva neanche uno scalino di casa. Certe notizie evitate di darle, ci fate meglio figura.

  4. Ma questa Fiorati chi è? Un’altra che scrive per gli assessori retribuita con i nostri soldi?
    Lunardi si sta rivelando un grande parolaio. O non doveva risparmiare perché non c’erano più i soldi della discarica?
    Se dà un compenso a questa gente significa che i soldi ci sono e che ci stanno prendendo tutti in giro. Oppure che hanno deciso di riaprire la discarica alla faccia di chi gli ha dato il voto.

  5. Purtroppo l’amministrazione attuale sta via via disattendendo i punti salienti del suo programma elettorale rivelandosi quindi non credibile agli occhi dei propri elettori. Io non ho votato né Lunardi né Mungai. Aspetto di vedere cosa succederà, ma per l’esperienza che deriva dalla mia veneranda età non prevedo niente di buono.

  6. Scusi, l’espressione sig.ra Gargini ma i suoi 3.000 euro me li friggo!
    Pensate piuttosto a togliere le barriere architettoniche sul territorio comunale, a cominciare dalle buche e dalle crepe per le strade oppure a rifare i marciapiedi adeguati per il passaggio delle carrozzine. A Serravalle non è mai stato fatto niente per i disabili.ho sentito una proposta interessante tempo fa da un consigliere, quella di destinare una parte degli oneri di urbanizzazione per l’abbattimento delle barriere nel comune e difare un progetto da realizzare insieme alle altre opere quando si fa la pianificazione urbanistica. ma come sempre le buone idee vengono messe nel dimenticatoio

    Un disabile dalla nascita

  7. O gente di destra, ma ve ne siete ancora accorti che questo è un governo di sinistra vero? E che il sig. Lunardi e company vi hanno infinocchiato?
    Sveglia, eh!

  8. Stia tranquillo, Mandrake. Ce ne siamo accorti tutti. Da quando il Lunardi e il Gorbi hanno fatto fuori la Bardelli perché secondo loro “fascista” e di intralcio per poter ottenere i voti della sinistra.
    Io comunque sono seduto sulla riva del fiume e aspetto. Qualcosa prima o poi passerà.

Lascia un commento