serravalle. BOCCIATURA PIENA PER L’AMMINISTRAZIONE LUNARDI, ARTICOLO UNO: ORA UNA COALIZIONE DI SINISTRA PER VINCERE LE ELEZIONI

Gianfranco Spinelli: “Dal sindaco non mi sarei mai aspettato un comportamento così antidemocratico: sono amareggiato¢. Ecco cosa è accaduto nell’ultimo consiglio comunale

Gianfranco Spinelli

SERRAVALLE. [a.b.] Articolo Uno Serravalle Pistoiese boccia l’esperienza amministrativa della giunta guidata da Piero Lunardi e apre, in vista delle prossime elezioni comunali, ad una coalizione di sinistra allargata a tutte le forze progressiste “con forte attenzione alla società civile”.

Nei giorni scorsi tramite Gianfranco Spinelli è stato diramato un comunicato stampa dove si evidenzia tra l’altro il comportamento antidemocratico e censorio del sindaco Piero Lunardi nella gestione dei lavori del consiglio comunale e l aumentato nervosismo del primo cittadino legato ai rapporti non ottimali con il gruppo consiliare di Fratelli d Italia.

Ecco di seguito l’intero comunicato:

Nella storia del nostro Comune, il comune di Serravalle Pistoiese, nessun sindaco si era mai permesso di togliere la parola ad un consigliere comunale. Nel consiglio comunale del 6 maggio scorso, pochi giorni fa, ciò è purtroppo accaduto.

Il sindaco Piero Lunardi ha interrotto il mio intervento spegnendomi il microfono (l’assemblea si svolgeva in remoto) chiamando ad intervenire il consigliere successivo e quindi impedendomi di concludere, non tenendo nella dovuta considerazione le prerogative del consigliere comunale, il quale è eletto dai cittadini.

Un comportamento antidemocratico che non mi sarei mai aspettato seppure segnali di tipo censorio da parte di Lunardi si erano avvertiti già da tempo in altri consigli comunali precedenti.

Sono presente in consiglio comunale a Serravalle dal 1993 ed ho attraversato varie legislature con diversi sindaci che si sono succeduti svolgendo il ruolo di consigliere di opposizione e di maggioranza. Conosco bene la storia, i fatti e le persone che con me hanno dedicato tempo ed impegno alle istanze ed ai problemi della nostra comunità tramite l’impegno politico-amministrativo.

Il comunicato stampa

Quindi alla luce della mia esperienza passata esprimo grande amarezza riguardo al comportamento del sindaco Lunardi.

Certo c’è il regolamento del consiglio comunale che contingenta i tempi di intervento ma esiste a Serravalle una prassi consolidata il cui sindaco, chiunque sia stato nel passato, ha sempre permesso al consigliere di sviluppare fino in fondo la propria tesi non guardando ai cinque minuti di tempo in più specialmente quando sono trattati argomenti di grande rilevanza come era quello in oggetto (cittadinanza onoraria al Milite Ignoto) approvato poi all’unanimità.

Si può presumere che il particolare, aumentato nervosismo del nostro sindaco sia dovuto alle ultime vicende che hanno riguardato la sua maggioranza. Mi riferisco quando durante il recente consiglio comunale sul bilancio di previsione e piano triennale delle opere (la deliberazione più importante del consiglio comunale) la componente di Fratelli d’Italia non ha partecipato al voto disertando la seduta, l’unico consigliere presente, Stefano Agostini, leggendo un documento ha dichiarato: “io voto a favore solo per rispetto dei cittadini”.. In passato la maggioranza Lunardi aveva già perso per strada due consiglieri, usciti dal gruppo e collocandosi all’opposizione, oltre alle dimissioni volontarie del capogruppo. Quindi siamo all’assurdo: la maggioranza “civica” di Piero Lunardi è messa in crisi dal gruppo politico di Fratelli d’Italia diventando allo stato delle cose, fantasiosa e irreale. Il sindaco ne tragga le conclusioni. Informi la cittadinanza. Governare non significa il mero esercizio del “potere” ma cambiare le cose, andare incontro alle necessità delle persone. Gestire e preservare il bene comune.

Pertanto Art. 1 Serravalle, riunitosi insieme ad esponenti provinciali è giunto alle conclusioni di una sostanziale bocciatura della esperienza amministrativa della Giunta Lunardi. Questo giudizio nasce oltre che dalle questioni sopra enunciate, da un esame del programma propagandato ai cittadini in campagna elettorale e disatteso nei fatti. Nella stessa riunione i componenti di Art. 1 Serravalle in vista delle prossime elezioni comunali si sono dichiarati disponibili a partecipare ad una coalizione di sinistra che allarghi il campo a tutte le forze progressiste con forte attenzione alla società civile. Con un programma moderno e realistico che nasca da un confronto serrato e comune. Obiettivo: riprendere il Comune vincendo le elezioni.

Gianfranco Spinelli Per Art. 1 Serravalle

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email