SERRAVALLE. BOLOGNINI E IL TEMPO: «CHE ORA È? L’ORA DI SVEGLIARSI!»

Il Consigliere di minoranza si è stupito del fatto che un Assessore sfoggiasse in consiglio uno degli orologi di rappresentanza fatti fare non per gli amministratori serravallini, ma per cerimonie di premiazione e personaggi illustri
L’Assessore Gianfranco Spinelli
L’Assessore Gianfranco Spinelli

SERRAVALLE- CASALGUIDI. Il Consigliere di “Serravalle Futura” Ermanno Bolognini ci scrive:

Voglio raccontarvi l’ultimo episodio accaduto nel Consiglio Comunale di Serravalle Pistoiese il giorno 22 febbraio.

Ad un certo punto della seduta ho notato che l’Assessore Spinelli esibiva al polso un luccicante orologio con lo stemma del Comune di Serravalle Pistoiese.

Non potevo credere ai miei occhi, Spinelli indossava  uno degli orologi che io avevo fatto realizzare per utilizzarli in occasione delle manifestazioni in sostituzione di coppe e targhette.

Non ho resistito, ho preso la parola e, dichiarando che avrei parlato di un argomento fuori dall’ordine del giorno, ho fatto notare ai consiglieri presenti che Spinelli indossava uno degli orologi del Comune.

Alcuni consiglieri sono rimasti stupiti, altri forse non hanno compreso bene, mentre l’Assessore Spinelli non ha avuto la forza di proferir parola. Prima ha iniziato a ciondolare il braccio incriminato sotto il banco, poi si è allungato la manica del maglione, infine, dopo il tentativo di imitare Gatto Silvestro, ha deciso di togliersi l’orologio dal polso.

Non è finita. La mattina successiva (martedì) mi sono recato in Comune per chiedere quanti orologi erano rimasti in cassaforte di quelli da me ordinati. La risposta è stata zero.

Il modello degli orologi fatti acquistare da Bolognini
Il modello degli orologi fatti acquistare da Bolognini

Ho pensato che fossero stati utilizzati per la premiazione a qualche manifestazione, come accaduto in passato, a parte quello sfoggiato da Spinelli.

Il giorno successivo (mercoledì), il Comune mi ha informato che in cassaforte erano ricomparsi n. 3 orologi. Può darsi che li abbia riconsegnati qualcuno diverso da Spinelli, può darsi che Spinelli li volesse provare prima di regalarli.

Tutto bene, ma se in cassaforte ci fosse stata una fetta di pane con la mortadella, si poteva assaggiare e rimettere a posto dopo qualche giorno?  Sono comportamenti privi del più elementare senso del pudore, non voglio dire senso delle istituzioni perché con certi personaggi mi sembrerebbe eccessivo.

Infine, durante il consiglio comunale si è distinto, come al solito, per un intervento a vanvera il consigliere-scrittore Daghini.

Senza che ve ne fosse necessità ha fatto una gran difesa dell’operato del Comitato Fiera, affermando, tra le altre bischerate, che i bilanci del Comitato non si possono richiedere per non turbare il sonno dei facenti parte.

Tutti, ad eccezione degli alzapaletta, si sono chiesti per quale motivo il promotore della Foglia di Fico (Codice Etico) volesse secretare tali documenti. Alla fine del Consiglio Comunale una vocina fuori coro ha raccontato che il Daghini scrittore è stato beneficiato dal Comitato Fiera con un contributo (gruzzolino di eurini) per la stampa di un libriccino.

Vi saluto ascoltando una canzone del compagno Gino Paoli.

Ermano Bolognini
Consigliere di “Serravalle Futura”

Scarica: determina di acquisto degli orologi

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

8 thoughts on “SERRAVALLE. BOLOGNINI E IL TEMPO: «CHE ORA È? L’ORA DI SVEGLIARSI!»

  1. Il consigliere di minoranza, non si deve scandalizzare. Spinelli cerca solo di essere puntuale tempestivo agli appuntamenti e dunque, si avvale di tutte le risorse disponibili per ciò, usa l’orologio previsto per le donazioni agli ospiti. La politica, che passione…. Mi permetto di suggerire a Spinelli una argomentazione valida, questa appunto, per giustificare l’ingiustificabile.

    Del resto a Agliana, hanno fatto di peggio: il Comandante de vigili, dopo aver preso 15 anni di stipendi non dovuti, oggi viene rimosso e si dichiara vittima di una macchinazione….
    poveretti stì compagni, dobbiamo capirli….

    Robert Deboise

  2. ROBERTO DAGHINI SCRIVE
    ___________________________

    Il consigliere Bolognini sembra Don Chisciotte contro i mulini a vento. Sono tutti contro di lui o è l’inverso?
    Io non ho detto di segretare il bilancio del Comitato fiera, ho solo parlato di manovra indelicata. Questo perché il comitato non ha scopo di lucro e gli eventuali utili o perdite vengono contabilizzati per l’anno successivo. Il vero motivo della visione è un altro del tutto personale. Questa è la verità.
    Per quantO riguarda il contributo al mio libro di euro 200, è stato erogato nell’anno 2006, per l’acquisto di un certo numero di copie, epoca in cui non ero consigliere e neppure lo sognavo lontanamente.
    Caro Bolognini, ti anticipo che a breve uscirò con un altro libro su Serravalle e anche stavolta ci troverai numerosi sponsor. Il codice etico permette a tutti di visionare i redditi dei consiglieri, naturalmente opposizione senza macchia e senza paura esclusa.
    Che ci vuoi fare, io non ho santi in paradiso e neppure all’inferno. Alla faccia di Gino Paoli.
    Roberto Daghini

  3. Due sono gli elementi certi:
    1) Gli orologi sono terminati.
    2) l’assessore ne aveva uno al polso.
    …VIVA IL COMUNISMO E LA LIBERTA’… (di fare come ci pare).

Lascia un commento