serravalle. DISCARICA DEL CASSERO. NOI? FIGLI DI UN PUZZO MINORE

L'associazione Uniti per Serravalle in una nota: "Per quanto tempo ancora i cittadini dovranno sopportare le cattive decisioni dei dirigenti regionali?
Discarica del Cassero. Camion in sosta

SERRAVALLE. Ancora una volta i cittadini di Serravalle e delle zone limitrofe, si trovano a subire le decisioni dei Dirigenti regionali che riguardano la discarica del Cassero, senza poter dire la loro.

Il Governatore della Regione Toscana Enrico Rossi ha firmato un’ordinanza regionale con la quale si stabilisce che il Cassero dovrà essere tra le discariche deputate alla raccolta di fanghi provenienti dalla depurazione civile per i prossimi quattro mesi.

L’ordinanza, che giunge in seguito al divieto di usare in agricoltura i fanghi da depurazione e ad una sentenza del Tar che impedisce di trasportarli in Lombardia, ha predisposto il loro smaltimento (circa 10mila tonnellate al mese provenienti dai depuratori civili della nostra regione) in quattro discariche toscane, tra cui figura anche l’impianto del Cassero. Decisione di per sé legittima, vista l’emergenza se, in accordo con il gestore privato della discarica, questa risulti idonea ad accogliere questo tipo di rifiuti.

La discarica del Cassero

Peccato che, nell’emanare l’ordinanza, il Governatore Rossi e l’Assessore Fratoni non abbiano minimamente tenuto in considerazione l’Amministrazione serravallina, non comunicando la decisione prima che questa venisse divulgata dai giornali.

Il Governatore e l’Assessore se ne sono fregati anche dei cittadini che saranno costretti a sopportare ulteriori disagi, dovuti soprattutto agli odori terribili che questi rifiuti emaneranno in questo periodo estivo, particolarmente caldo, ma anche nel prossimo autunno.

Un riguardo che, invece, hanno avuto per i cittadini di Terranuova Bracciolini dove l’impianto di Casa Rota inizierà a prendere i fanghi a partire da settembre, proprio per – si legge sulla stampa – evitare problemi di maleodoranze.

I cittadini di Serravalle sono forse di seconda categoria ed avvezzi a sopportare i cattivi odori? Già, figli di un puzzo minore.

Uniti per Serravalle

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento