serravalle. DISCARICA DEL CASSERO, PERCHÈ I RISULTATI DEI CONTROLLI DI ARPAT NON SONO PUBBLICI?

È la richiesta di Fdi locale dopo l'assemblea pubblica indetta dal Comitato di Controllo
L’incontro di venerdì a Casalguidi

SERRAVALLE. Dopo aver partecipato venerdì scorso all’assemblea pubblica indetta dal Comitato di Controllo della Discarica del Cassero presso il Palazzo Comunale di Casalguidi, vogliamo esternare le nostre considerazioni. Si è trattata di una buona iniziativa, totalmente innovativa e apprezzabile, promossa dal nuovo Comitato per rendere conto alla cittadinanza in maniera trasparente del lavoro finora svolto.

Erano stati invitati all’incontro un rappresentante di Pistoiambiente, la società che gestisce l’impianto, e un rappresentante di Arpat, l’organo regionale preposto al controllo, che hanno risposto alle domande dei convenuti.

Alla luce degli interventi dei relatori ci preme porre l’attenzione su una affermazione fatta dall’esperto di Arpat, non troppo considerata dai presenti, ma a nostro avviso abbastanza grave e preoccupante: secondo quanto riferito i risultati dei controlli e delle verifiche effettuati ogni anno sulla discarica, che dovrebbero essere resi immediatamente pubblici alla cittadinanza, non lo sarebbero in quanto l’organo di controllo avrebbe solo il compito di comunicarli alla Regione Toscana e l’ente regionale, pur avendo il dovere di pubblicarli sul sito istituzionale, ometterebbe di farlo da un po’ di tempo per non meglio precisati “motivi organizzativi”.

Per cui un cittadino che volesse accedere a tali dati dovrebbe richiederli per lettera o mail ad Arpat o a Regione. Non sappiamo se la pubblicazione degli esiti delle analisi spetti ad Arpat o alla Regione: una cosa però è certa, e cioè che questi devono essere pubblicati perché è un diritto dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni poter accedervi direttamente.

Sollecitiamo pertanto le autorità che ne sono competenti ad attivarsi subito per porre rimedio in tempi brevi all’inadempienza.

Fratelli d’Italia-Serravalle Pistoiese

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento