serravalle. ELEZIONI, PRESENTATO IL PROGRAMMA DI “INSIEME CENTROSINISTRA PER SERRAVALLE”

Il candidato sindaco Sandro Cioni: un programma in dodici punti

Sandro Cioni

SERRAVALLE. [a.b.] In una conferenza stampa ieri Sandro Cioni, uscito dalle elezioni Primarie delle settimane scorse come candidato sindaco ha presentato i 12 punti del programma di Insieme Centrosinistra per Serravalle. È stata anche l’occasione per annunciare con ampio anticipo, nel caso risultasse vincitore alle elezioni amministrative del 12 giugno, gli impegni che si assume con i cittadini per i primi 100 giorni del suo mandato.
“Il lavoro della mia squadra considerato che si vota il 12 Giugno — ha esordito— non potranno iniziare prima di fine Luglio e con un bilancio impostato da una Giunta diversa dalla mia. In pratica, fino a Marzo – Aprile del prossimo anno, quando potremo approvare il nostro primo bilancio, non potremo essere pienamente operativi.
Tuttavia, nei primi mesi, con i miei assessori e gli uffici comunali, faremo un lavoro fondamentale di programmazione dei vari passi da fare per raggiungere i nostri obbiettivi per i prossimi cinque anni, che sono tanti e molto impegnativi”.

I punti del programma di Cioni sono variegati e prevedono tra i vari impegni la destinazione di almeno il 25 per cento degli introiti della Discarica del Fosso del Cassero (all’incirca 250 mila euro annui) per sostenere famiglie e aziende ancora in difficoltà.

“Alle famiglie in difficoltà con figli piccoli che usufruiscono dell’asilo o della mensa ridurremmo le tariffe scolastiche mentre alle aziende ancora in crisi che pagano un affitto o hanno fatto un mutuo per acquistare il fondo dove lavorano ridurremo le tasse”.

“Insomma, non daremo soldi a pioggia, ma solo a chi è messo peggio”.

Il candidato del centrosinistra ha affermato che è sua intenzione riportare  le riunioni del Consiglio comunale nel Capoluogo, a Serravalle, realizzando se possibile nel Circolo Arci  la nuova sala del Consiglio da usare anche per riunioni cittadine, convegni ed iniziative culturali.

“La giunta Lunardi – ha spiegato — ha svuotato il capoluogo di tante funzioni, io mi impegnerò a riportarcele per dare un contributo alla sopravvivenza del Borgo. Nelle prime settimane incontrerò: i vari interlocutori pubblici con i quali vogliamo collaborare, i dipendenti comunali, i cittadini e le associazioni”. Tra gli altri punti centrali del suo programma ci sono l’incontro con il presidente della Regione su temi improrogabili come viabilità, bonifica della falda acquifera, chiusura della Discarica del Cassero, raddoppio della linea ferroviaria tra Pistoia e Montecatini e problemi di viabilità, fondi Pnrr; l’incontro con il presidente della Provincia e con i sindaci dei Comuni del Montalbano sul tema del rilancio del turismo.

Il logo di Insieme Centrosinistra Serravalle

Cioni prevede anche di incontrare i vertici della Asl, Publiacqua, Spes, cittadini e associazioni di ogni singolo borgo e frazione “per individuare e sviluppare iniziative che li facciano vivere per evitare che nel tempo diventino dei dormitori” e infine il personale del Comune.
Ecco le cose che farà nei primi 100 giorni o al più tardi con il bilancio 2023:
“Mi metterò subito al lavoro con i miei assessori ed in dirigenti degli uffici comunali competenti per:
a – Progettare l’ allargamento via del Chiassetto e l’allargamento di via Valli (Compari) all’incrocio con la strada provinciale per Baco
(se non ci fossero risorse disponibili nel bilancio, finanzieremo questi piccoli lavori con il bilancio 2023)
b – Localizzare e progettare una Ciclopista per allenamenti in sicurezza a partire dai ciclisti più piccoli a Casalguidi-Cantagrillo previo coinvolgimento dei cittadini per trovare la miglior soluzione
c- preparare un programma quinquennale di piantumazione, sulle aree di proprietà del Comune, di alberi di essenze utili all’ambiente e allo stesso tempo robuste e di facile manutenzione, individuate dai nostri vivaisti.
d- Fare il Censimento degli alberi presenti su spazi pubblici per una migliore manutenzione dei giardini evitando, tra l’altro, potature con capitozzatura.
e – preparare un programma quinquennale per l’abbattimento progressivo ma costante di tutte le barriere architettoniche coinvolgendo in fase di progettazione le associazioni che si occupano di handicap.
f – progettare la riqualificazione Piazza Sorghi nei modi che decideremo coinvolgendo i cittadini”.

“Riguardo al servizio di mensa scolastica, attualmente appaltata a società esterna — conclude -—darò incarico all’ufficio pubblica istruzione di effettuare verifiche rigorose, sistematiche e a sorpresa del rispetto dei disciplinari di appalto stabiliti. Inoltre valuteremo se riportare questo servizio sotto la gestione diretta del Comune, valutando costi e benefici. Verificheremo con gli uffici le possibilità di realizzare “campi fotovoltaici” ricercando eventuali aree agricole in stato di abbandono da riconvertire a questo scopo. L’energia prodotta potrebbe essere utilizzata da edifici ed impianti comunali oppure messa a disposizione delle zone industriali per ridurre i costi per le aziende e rendere più appetibile il nostro territorio a nuovi insediamenti eventualmente da riservare ad attività innovative.
Affronteremo il problema della scarsa qualità della copertura della telefonia mobile – che si registra in alcune zone, anche centrali, del territorio comunale – con i gestori delle reti telefoniche”.

L’intervento integrale del candidato sindaco: Conf primi 100 GIORNI 2 apr[5597]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email