SERRAVALLE [FUTURA]: IL RE È MORTO, VIVA IL RE

Federico Gorbi e Patrizio Rafanelli
Federico Gorbi e Patrizio Rafanelli

PISTOIA. Mai frase così nota si adattò meglio alla situazione del Comune più discusso – e più discutibile – della provincia.

Si parla della cancellazione del Gruppo Serravalle Futura-Gorbi Sindaco, saltato qualche tempo fa per un sisma interno, e oggi restaurato, dopo l’entrée di Patrizio Rafanelli al posto di Manigrasso, ma con una nuova sigla, che scherzosamente Michela Monti delineava stamattina, in conferenza stampa al Caffè Marini, come SPR (senza la Q di Roma, sottolineava).

Rafanelli e Gorbi si sono posti – hanno detto – il problema del nome e, dapprima, avevano pensato a Serravalle Democratica: con il rischio di inquinare il neogruppo con l’allure del discutibile Pd serravallino.

Rafanelli ha ribattuto più volte che il Comune di Serravalle ha bisogno di una scossa e di una mossa e non solo da ora: fin da quando lui era Vicesindaco o Assessore con delega all’ambiente.

In effetti Serravalle – è stato sottolineato – è piccolo e spende un sacco di soldi in gestione del personale; è democratico e tira delle stangate in tasse da far girare la testa al popolo.

Ma Rafanelli si è perfino divertito a mettere il dito nella Tasi per ricordare che molti serravallini non la pagheranno, e ingiustamente: saranno esentati in base al valore catastale del proprio immobile, proprio mentre tutti sappiamo che quel valore catastale è un’emerita balla dovuta a una non congrua indicizzazione degli immobili: «Sicché – ci ha detto – se mio figlio che vive a Pistoia, dove paga circa 180 euro di Tasi, stesse a Serravalle, sarebbe un graziato con l’obbligo di pagare appena 10-11 euro».

Ma questo è il dramma di un’Italia in mano ai clown dell’improvvisazione politica che hanno sgangherato un sistema che andava male, ma camminava, per creare un antisistema-casino di situazioni tutte diverse, che finiscono per scontentare tutto e tutti tranne le amministrazioni locali che hanno così riassunto (federalismo fiscale?) tutte le peggiori prerogative dello sceriffo di Sherwood, libero di tassare a man bassa, rapinare e/o graziare i propri sudditi. Ma quel che conta, in Italia e ora, è il Brasile. Si sa.

A questo punto il problema – la comunicazione del nuovo gruppo al Sindaco sarà fatta da qui a lunedì – nasce con il Consigliere Ermanno Bolognini, rimasto solo dopo le dimissioni di Manigrasso.

Sia Gorbi che Rafanelli hanno detto che Bolognini è ufficialmente invitato a dialogare con la nuova entità serravallina: se vuole, può confrontarsi in tutto e per tutto. E Bolognini, raggiunto per telefono, ha sùbito chiarito che non si sottrarrà certo al confronto, perché esso è fondamentale in ogni circostanza. E su questo vedremo.

Intanto le domande dei colleghi erano piuttosto ostinate: da che parte si butterà questo nuovo gruppo se rappresenta un’anima composita di centristi (Gorbi, tradizionalmente, è un po’ il fulcro di questa coalizione, quasi ago della bilancia) e di riformisti e/o gente della sinistra scontenta del Pd?

La risposta, però, è stata chiara: SPR (Serravalle Popolari e Riformisti) starà dalla parte dei cittadini e delle necessità del vivere quotidiano. Lo ha detto Gorbi, lo ha confermato Rafanelli.

«Se poi – ha aggiunto Rafanelli – ci sarà materia di convergenza con certe azioni politico-amministrative messe in piedi dalla maggioranza, perché non convergere…?».

P.S. – Scherzando avevo suggerito a Gorbi e Rafanelli di fare come a Napoli con il caffè: chiamare il gruppo «Serravalle Sospesa». Ma non sarebbe stato compreso bene dai piddini che in sigla (SS) avrebbero finito con il credere che… fosse passato Grillo.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “SERRAVALLE [FUTURA]: IL RE È MORTO, VIVA IL RE

  1. Però!! E’ bello vedere che in questo sig. Rafanelli è “affiorato” tutto questo senso civico verso gli abitanti di Serravalle Pistoiese!! Prima non si è mai visto ad una sola riunione o consiglio comunale, mentre noi di Serravalle Futura eravamo a far battaglia per il bene comune…. probabilmente gli mancava la “spinta” giusta!! Magari gli ha fatto bene apparire sui giornali in questi ultimi giorni!! Adesso è pieno di carica da vendere… ma a chi le volete raccontare ste barzellete?? Caro sig. Rafanelli ma scusi se vuole dare una scossa, come dice lei in questo articolo, allora potrebbe riaprire le gite alla discarica!!
    Sui costi della macchina amministrativa arriva “esimo” non crede?? Il suo gruppo in sede consigliare ha già detto tutto in faccia a questi peones improvvisati! se sono questi i presupposti mi immagino il resto che verrà!
    Parla tanto della Tasi, che è ingiusta, che è troppo alta, ma io non ho ricordanze di averla vista durante la riunione che si è tenuta giusto su questo argomento, dove erano presenti anche membri della Confcommercio e imprenditori del nostro comune… ma che se ne è accorto adesso che è troppo alta??
    Invita Serravalle al dialogo! Ma se abbiamo dovuto apprenderlo dai giornali che cosa intende fare!! ma per favore!!! Ma chi volete prendere per i fondelli?? Ah già dimenticavo…. non sapete fare altro!!!

    Elisa Catoni
    Sostenitrice del gruppo serravalle futura

Lascia un commento