SERRAVALLE. IL CONSIGLIO RITIRA IL REGOLAMENTO SUGLI SPORT E TACE SU CATALANO

Consiglio Comunale di Serravalle Pistoiese
Consiglio Comunale di Serravalle Pistoiese

SERRAVALLE. Effetto inhibition ieri sera al consiglio comunale di Serravalle? Forse sì: forse potrebbe essere bastata la nostra nota (vedi) a sconsigliare il gruppo monolitico del Pd dal prendere qualsiasi decisione di scomunica di Gianni Catalano.

Eppure… eppure tutti si spettavano questo, poi – probabilmente – “contrordine compagni!”. E la testa di Catalano non è stata mozzata – anche se il Pd, di fatto la ha già mozzata da un bel po’, da quando il gruppo si riunisce, ma non invita il consigliere, ormai considerato eretico, inaffidabile e da mandare al rogo. Evidentemente l’Inquisizione non è mai terminata.

Ma le difficoltà, in consiglio, ieri sera non nono mancate. Anche altrove. Pronti a votare il regolamento delle sport e di tutto quanto ad esso collegato, le truppe di Mungai si sono dovute arrendere e la Giunta ha dovuto ammettere: il regolamento lo avevano copiato con il copia-incolla dal confinante Comune della Pieve, quindi non poteva andar bene di colpo per Serravalle. Comunque, ha commentato qualcuno, non va bene fare così. E le strutture amministrative del Comune, segretario in primis, non si sono accorte di nulla?

Altro punctum dolens – punto debole – il problema delle agibilità negli impianti sportivi stessi. A Serravalle, come disse Santucci, gli impianti (aperti al pubblico) non sono in regola: ma non da ora, da anni (vedi).

Ma non è finita. Pensate – e anche questa dovrebbe essere un’altra chicca serravallina – che lo stesso campo sportivo di via Bacchettona a Masotti, che sarebbe costato circa 400mila euro, sembra risultare non ancora di proprietà del Comune non essendo state espletate le volture da parte del proprietario dell’area. E qualcuno si chiede: vi sembra possibile che un Comune possa lavorare così?

L’amministrazione, infine, minimizza sulle lettere ricevute dalla Procura: le preferisce (pare) chiamare “avvisi di prosecuzione delle indagini” (sulla storia campi da tennis). Ma non giriamo troppo intorno al cespuglio: sono né più né meno che avvisi di garanzia. E non c’è niente di male: potrebbero finire anche in un tranquillo nulla di fatto.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “SERRAVALLE. IL CONSIGLIO RITIRA IL REGOLAMENTO SUGLI SPORT E TACE SU CATALANO

Lascia un commento