serravalle. INIZIATI I LAVORI DI SISTEMAZIONE FOGNARIA A CANTAGRILLO

È stato presentato il progetto che avrà una ricaduta igienico-sanitaria importante per tutta la frazione e sarà complementare con il raddoppio e il rinnovo del Depuratore di Casalguidi inaugurato lo scorso anno

Una fogna a cielo aperto

SERRAVALLE. Sono iniziati in questi giorni i lavori di sistemazione fognaria dell’abitato di Cantagrillo. Un’opera con ricadute igienico sanitarie importanti per tutta la comunità della popolosa frazione del Comune di Serravalle Pistoiese e che risulta complementare con il raddoppio e rinnovo del Depuratore di Casalguidi inaugurato nel luglio 2020.

La sistemazione fognaria di Cantagrillo consiste nella costruzione di una nuova condotta fognaria di circa 300 metri di lunghezza ed a gravità che colletterà i reflui in arrivo da via IV Novembre e via Forra di Castelnuovo. Parte di questo intervento sarà realizzato con la tecnologia della trivellazione orizzontale controllata (detta anche spingi-tubo) e la condotta sarà posata lungo via Giovanni Paolo II intercettando la fognatura esistente all’altezza della rotatoria Forra di Castelnuovo, nei pressi della quale si trova lo scarico diretto in ambiente che, proprio grazie a questo intervento, verrà eliminato. La durata dei lavori prevista è di circa 2 mesi per un investimento di circa 250 mila euro.

UN TASSELLO IMPORTANTE DI UN PUZZLE PIÙ GRANDE

Come detto l’intervento di sistemazione fognaria di Cantagrillo è ancora più importante perché si inserisce in un quadro di opere che Publiacqua ha realizzato in zona negli ultimi anni. Opere che fanno bene all’ambiente la principale delle quali è il rinnovato Impianto di Depurazione di Casalguidi. Un depuratore potenziato e rinnovato grazie ad un investimento di 5 milioni di euro.

Ricordiamo che il Depuratore è un impianto biologico a fanghi attivi a ciclo continuo che oggi ha una potenzialità pari a 10.000 abitanti equivalenti (rispetto ai 2.000 ab/eq che aveva in precedenza) ed a cui sono collettati per essere depurati i reflui degli insediamenti civili e, in piccola parte, di origine artigianale-industriale provenienti dalla fognatura mista a servizio degli abitati di Cantagrillo e Casalguidi.

Altra risistemazione fognaria importante è poi quella realizzata in via Curiel. 650 metri di nuove condotte, 20 pozzetti ed un’opera di sfioro al recapito al rinnovato depuratore per un investimento di oltre 1 milione di euro.  I lavori consentono di risolvere i problemi di smaltimento delle acque meteoriche ed i conseguenti sversamenti fognari che, in caso di piogge importanti, si riscontravano nella stessa via Curiel ed in via Pontassio.

LE DICHIARAZIONI

Piero Lunardi, Sindaco del Comune di Serravalle Pistoiese –

“Accogliamo con orgoglio e soddisfazione questa opera di Publiacqua, l’ennesima per quanto riguarda il nostro territorio, che dimostra la fattiva collaborazione tra l’amministrazione comunale e l’azienda e questo grazie all’ottimo lavoro svolto dall’assessore Roberto Bardelli che ringrazio personalmente.

Il sopralluogo a inizio dei lavori

I lavori di sistemazione fognaria a Cantagrillo avranno ricadute igienico sanitarie importanti per tutta la nostra comunità perché si tratta di un’opera che prevede di intercettare gli scarichi di acque nere e convogliarle nella fognatura anziché lo scarico diretto in ambiente che grazie a questo intervento verrà eliminato. Ringrazio Publiacqua per il lavoro svolto e sottolineo la grande attenzione da parte dell’amministrazione comunale verso tutto ciò che riguarda l’ambiente e la salute delle persone” .

Lorenzo Perra, Presidente di Publiacqua SpA – 

“L’azienda è infatti impegnata da diversi anni nella realizzazione di significativi investimenti per dotare i nostri territori di adeguati sistemi di depurazione. Un obbligo normativo, ma, soprattutto, un obiettivo perseguito per garantire la qualità ambientale dei nostri territori.

Negli anni Publiacqua ha investito oltre 417 milioni di euro nella depurazione, nella fognatura e nel collettamento dei reflui, portando la percentuale di popolazione depurata dal 60% dei primi anni duemila, ad oltre l’80% attuale, eliminando gli scarichi diretti nei corsi fluviali o nei borri. Interventi che riguardano il Chianti, il Mugello, il Valdarno ma anche e soprattutto la Provincia di Pistoia e che, una volta terminati, contribuiranno a rendere il nostro territorio ancora più bello, il nostro ambiente maggiormente tutelato ed a migliorare in modo sensibile la vita dei nostri cittadini”.

[publiacqua]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email