serravalle jazz. TEMPO DI BILANCI PER LA SECONDA EDIZIONE IN TOUR

Serravalle Jazz in tour 2019 (1)

PISTOIA. Replica il successo dello scorso anno la seconda edizione di Serravalle Jazz in tour, manifestazione itinerante nata dalla rassegna musicale Serravalle Jazz.

L’iniziativa è stata organizzata da Associazione Teatrale Pistoiese con la direzione artistica di Maurizio Tuci e il sostegno di Fondazione Caript – che, da quest’anno, ha affidato all’Atp il coordinamento della manifestazione –, Comune di Serravalle Pistoiese ed Ecomuseo della Montagna pistoiese in collaborazione con i Comuni di Pistoia e San Marcello Piteglio.

Quattro location particolarmente rappresentative della Montagna pistoiese – la Pieve di Santa Maria Assunta a Gavinana, il Molino di Giamba a Orsigna, la sede del progetto Motore a Campo Tizzoro e il teatro Mascagni a Popiglio – hanno ospitato cinque concerti gratuiti che hanno visto protagonisti artisti eclettici e coinvolgenti.

  • Sabato 6 luglio a Gavinana si è esibito il pianista/tastierista/compositore Riccardo Fassi, che ha “domato” lo storico organo Agati-Tronci della Pieve alternando improvvisazioni e composizioni originali.
  • Sabato 13 luglio i Dusty Broom hanno portato a Orsigna il blues, il country, il folk e il rock dei primi anni del ‘900.
  • Domenica 14 luglio a Campo Tizzoro i Soul & Blues Connection hanno proposto un repertorio di black music interpretato dalle vocalist d’eccezione Deviana P. e Yelena Baker.
  • Domenica 21 luglio il teatro Mascagni di Popiglio ha ospitato Francesco Zampini trio, un gruppo di giovani talentuosi che ha suonato accompagnato da Alessandro Lanzoni al pianoforte.
  • Domenica 28 luglio, infine, al teatro Mascagni si è tenuto il concerto di Fat Fingers Sax Quartet Plus Two. Il loro spettacolo, Hermetico, era dedicato alla musica del compositore e polistrumentista brasiliano Hermeto Pascoal.

 “Massima soddisfazione, nonostante le difficoltà nel trovare le location, per questa seconda edizione di Serravalle Jazz in tour – commenta il direttore artistico Maurizio Tuci – sia per la qualità della musica che per il pubblico numeroso. Pubblico che ci ha seguito dimostrando capacità ricettive straordinarie e apprezzando il rock’n’roll e il blues dei Dusty Broom così come il jazz più difficile dei gruppi che si sono esibiti a Popiglio. Adesso siamo in piena fase organizzativa del Serravalle Jazz alla Rocca di Castruccio, in programma dal 25 al 28 agosto”.

“Il programma voluto da Maurizio Tuci – prosegue Giuseppe Gherpelli, presidente dell’Associazione Teatrale Pistoiese – ha colto nel segno: gli artisti e i luoghi scelti hanno saputo incontrare un pubblico che ha pienamente apprezzato le proposte. L’esperimento ha dato ottimi frutti per il secondo anno consecutivo, e non può che volgere verso un ulteriore sviluppo, così come il debutto, coronato da un indiscutibile successo, del Serravalle Jazz alla Fortezza di Santa Barbara”.

Esprimiamo ancora un sì convinto al Serravalle Jazz in montagna – aggiunge Ezio Menchi, consigliere della Fondazione Caript –. L’esito dei concerti, per qualità e partecipazione, conferma gli obiettivi della Fondazione, fatti propri dall’Associazione Teatrale: jazz di qualità, l’affermazione della vitalità di questa musica, proposta con stili, colori e linguaggi diversi, ancora una sperimentazione di alto profilo nell’uso degli antichi organi, che si confermano, anche nelle mani di musicisti e compositori di jazz, strumenti meravigliosi e vivi, ricerca di contesti e di luoghi incantati, perfino segreti, in cui far vibrare insieme suoni ed emozioni. Il sì quindi è anche dedicato alla Montagna pistoiese, alla cui valorizzazione la Fondazione dedica un’attenzione speciale”.

Serravalle Jazz in tour ringrazia per la collaborazione Manuela Geri dell’Ecomuseo, le parrocchie di Santa Maria Assunta a Gavinana e Sant’Atanasio a Orsigna, la cooperativa Val d’Orsigna, l’associazione Domenico Achilli di Gavinana, il consorzio Motore di Campo Tizzoro. Si ringraziano per gli scatti Claudia Parisi, Andrea Chimenti Lorenzo Marianeschi Video & Photography, Mattia Modica.

[comunicato serravalle jazz]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email