serravalle. LA NUOVA IMPRESA DELL’ALPINISTA LUCCHESE RICCARDO BERGAMINI

Il prossimo 1 ottobre tenterà di salire come primo italiano la cima nepalese del Singu Chuli di 6501 metri. Se ne è parlato al Circolo Arci di Ponte di Serravalle
La consegna della targa

SERRAVALLE. Si è svolto presso il circolo Arci di Ponte di Serravalle un incontro pubblico con l’alpinista lucchese Riccardo Bergamini, il primo alpinista toscano a scalare un ottomila.

Lo sportivo, sposato e padre di 7 figli, nel 2015 ha compiuto la scalata del Cho Oyu di 8.200 metri e nel 2017 il Manaslu di 8163 metri.

“Come assessore allo Sport — ha dichiarato Maurizio Bruschi — sono molto orgoglioso di aver ospitato Riccardo Bergamini, il primo scalatore toscano a salire su montagne da 8.000 metri come il Cho Oyu ed il Manaslu, grande sportivo ma soprattutto una persona semplice e devota alla famiglia”.

“Bergamini — conclude Bruschi —vive fin da bambino la sua passione per la montagna allenandosi di continuo per raggiungere i suoi obiettivi con tantissimi sacrifici: in una sola giornata è capace di scalare diverse vette per poi tornare dalla sua famiglia”.

L’incontro con l’alpinista Bergamini

Bergamini partirà il prossimo 1 ottobre in direzione Nepal per scalare il Singu Chuli, montagna molto tecnica di 6501 metri, senza l’ausilio delle bombole di ossigeno.

Nella serata svoltasi a Ponte di Serravalle, organizzata dal Comitato Cittadino, dal Circolo Arci , con la collaborazione tecnica del Cai Maresca Montagna Pistoiese, il Presidente del Cai Alessandro Bini ha illustrato le varie attività che la sezione organizza ogni anno.

Nell’occasione, il Comune di Serravalle Pistoiese ha donato una targa alla Famiglia Filoni, in memoria del padre Leo, per una vita dedicata allo sport, all’alpinismo ed alla montagna.

 [fiorati —comune di serravalle]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento