serravalle. POZZI PONTE STELLA, IL COMUNE A LAVORO PER INDIVIDUARE LA CAUSA DELL’INQUINAMENTO

Per il sindaco Piero Lunardi: " Prima della bonifica del sito occorre individuare la causa certa della diffusione di questi elementi inquinanti nella falda, inquinamento del quale siamo venuti a conoscenza soltanto alla fine del 2018 ma che era già presente sin dal 2014"
Un pozzo

SERRAVALLE. Prosegue il lavoro dell’amministrazione comunale di Serravalle Pistoiese per individuare la causa dell’inquinamento dei pozzi nella zona di Ponte Stella.

Il Sindaco Piero Lunardi ha riunito nel Palazzo Comunale di Serravalle Pistoiese, per programmare gli accertamenti e la successiva bonifica, Arpat, Asl Toscana Centro sezione Epidemiologica e Sezione Igiene Pubblica e Nutrizione, Regione Toscana Settore Bonifiche, Genio Civile, Ordine dei Geologi della Toscana e Comune di Pistoia.

Oltre ai campionamenti svolti da Arpat ed Asl, il Comune ha voluto procedere con ulteriori approfondimenti, affidandosi ad un laboratorio di analisi privato che sta svolgendo un’indagine minuziosa sulla diffusione nella falda degli elementi inquinanti.

Inoltre diversi uffici comunali sono impegnati, sotto il coordinamento del Sindaco Piero Lunardi, nella ricostruzione della presenza, negli ultimi 40 anni, di aziende che possano aver utilizzato e lavorato materiali da cui poi sia scaturito l’inquinamento oggi presente.

“Non possiamo escludere nulla — ha dichiarato Piero Lunardi — poiché, per procedere ad una bonifica del sito, bisogna prima individuare la causa certa della diffusione di questi elementi inquinanti nella falda. Un inquinamento, quello rilevato, del quale siamo venuti a conoscenza soltanto alla fine del 2018 — conclude Lunardi — ma che era presente fin già dal 2014”.

I pozzi della zona non vengono attualmente utilizzati secondo l’ordinanza firmata dal Sindaco con la quale si proibisce l’impiego dell’acqua.

“Le famiglie che facevano affidamento sul pozzo per gli usi domestici sono state allacciate all’acquedotto la cui acqua è sicura e costantemente controllata — ha sottolineato l’assessore all’Ambiente Federico Gorbi. “Vorrei sottolineare — conclude — il grande senso di responsabilità degli abitanti della zona che si sono messi a disposizione e collaborano con l’amministrazione comunale per arrivare nel più breve tempo possibile ad individuare la causa di un inquinamento gravissimo”.

[fiorati — comune di serravalle]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email