serravalle. TARI, APPROVATA LA MODIFICA AL REGOLAMENTO

Sono state previste ora "particolari riduzioni tariffarie alle utenze non domestiche in casi di eccezionale ed imprevedibile gravità accertati dalla pubblica autorità, tali da causarne la sospensione dell’attività"
Il consiglio comunale di Serravalle ai tempi del coronavirus

SERRAVALLE. Nel corso della seduta del consiglio del 30 aprile è stato approvato il nuovo regolamento Tari, votato all’unanimità, che prevede alcune importanti novità. Nel vecchio regolamento non era prevista la possibilità di ridurre od agevolare la tariffa annuale di fronte ad eventi particolari, come quello che stiamo vivendo.

Con il nuovo regolamento invece possono essere previste particolari riduzioni tariffarie alle utenze non domestiche in casi di eccezionale ed imprevedibile gravità accertati dalla pubblica autorità, tali da causarne la sospensione dell’attività.

La scadenza delle rate della Tari per il 2020 sono state spostate più avanti nel tempo proprio per dare un pò di respiro ad aziende e famiglie. Per il 2020 le tre scadenze saranno: 30 giugno, 30 settembre e 3 dicembre mentre per quanto riguarda gli accertamenti per il mancato pagamento della Tari invece, qualora le somme complessivamente indicate negli avvisi siano superiori a 500 euro, il contribuente potrà richiedere una rateazione sino a 4 rate trimestrali.

Federico Gorbi

“C’è forte preoccupazione per la situazione economica attuale causata dall’emergenza sanitaria da coronavirus e quindi abbiamo introdotto delle importanti novità per venire incontro ai cittadini ed alle imprese in questo difficile momento – spiega l’assessore al bilancio e tributi, Federico Gorbi – 

È un segnale di disponibilità che l’amministrazione vuol dare ai propri cittadini, agli esercizi commerciali ed alle aziende. Come assessore al bilancio ed ai tributi sto lavorando per concedere un abbattimento significativo della Tari per tutte quelle attività che sono rimaste chiuse per molto tempo a causa del Covid-19.

Non è una cosa semplice, visto che il Governo non ha stanziato nessun fondo a questo scopo e quindi le risorse economiche necessarie dovranno essere trovate all’interno del bilancio comunale.

Il Comune di Serravalle dovrà fare uno sforzo con tagli importanti ad altri settori, ma è la strada che intendo perseguire per rilanciare la nostra economia locale”.

[innocenti – comune di serravalle]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email